Cuneo: l’ultimo, commosso saluto a Bruno Lubatti| In tanti al funerale dello storico dirigente di volley. La figlia Camilla: “Il padre più rock che ci sia”

0
629

Sono state davvero tante le persone che hanno voluto salutare per l’ultima volta Bruno Lubatti, storico dirigente della pallavolo cuneese scomparso giovedì 6 aprile in Russia, dove si trovava per conto della Cev, la Federazione europea di volley, di cui era supervisor.

 

I funerali si sono celebrati nel pomeriggio di oggi, venerdì 14 aprile, nella chiesa del Sacro Cuore, a Cuneo. Ed osservando in quanti si sono presentati per l’ultimo saluto, ci si può facilmente rendere conto di quale persona fosse Bruno: semplice, sempre sorridente e disponibile con tutti. E giovanissimo, nonostante i 64 anni, come ha sottolineato la figlia Camilla. Uno a cui era davvero difficile non voler bene.

 

Il tanto amato mondo della pallavolo, la grande passione della sua vita, era rappresentato dalle squadre della Bre Banca San Bernardo Cuneo, presenti anche con le formazioni giovanili, capeggiate dal presidente della Polisportiva Sport in Cuneo Aurelio Cavallo. E poi tanti ex giocatori e tecnici di Cuneo, ma anche numerosi amici del mondo politico, perché Bruno Lubatti era coordinatore di Forza Italia a Cuneo: tra gli altri il ministro Enrico Costa, il coordinatore provinciale di Forza Italia William Casoni, l’ex deputato Teresio Delfino, oltre al sindaco di Cuneo Federico Borgna.

 

Commosso il ricordo della figlia Camilla: “Ciao papà, ti ringrazio, perché sei stato non solo un padre fantastico, ma anche una grande persona, una di quelle che si vedono raramente. Sono sempre stata fiera di te: della tua grande cultura, ma soprattutto del tuo sorriso, che ti accompagnava sempre. Sei stato sempre dalla parte di noi giovani, perché tu eri giovane, e a 64 anni avevi appena qualche capello bianco: sei il padre più rock che si possa avere! Grazie per tutto quello che hai fatto per me. Sei e resterai sempre con noi, buon viaggio”.

 

Gabriele Destefanis