“Frammenti sparsi” a Ceresole in festa 2016 | Presentazione del volume di poesie di Giusto Truglia con l’intervento di ospiti d’eccezione

0
462

Domenica 4 settembre 2016, alle ore 11,15, nell’ambito della manifestazione “Ceresole in festa 2016”, sarà presentato il volume di poesie di Giusto Truglia “Frammenti sparsi” (Giuliano Ladolfi editore).

Sarà l’occasione per riflettere sulla poesia e la sua attualità con Giusto Truglia, autore della raccolta, e con il direttore di Famiglia Cristiana, don Antonio Sciortino; mentre Gianpaolo Montisci leggerà alcuni testi. Introduce il sindaco di Ceresole d’Alba, Franco Olocco.

 

All’incontro, che si terrà presso il Cortile del castello di Ceresole, seguirà l’Apericastello offerto dalla Proloco, con servizio a cura dei “reduci” della leva 1998; e l’apertura di “Tu chiamale se vuoi… emozioni”, mostra su pellicola, carta e tela, presso la casa dell’ex Peso pubblico, a lato del Castello di piazza Vittorio Emanuele, con opere di Martino Morelli, Sara Luciani e Gianpaolo Montisci.

GIUSTO TRUGLIA, sacerdote della Società San Paolo, è giornalista dal 1989. Laureato in Lettere all’Università di Bari, dal 1994 ha diretto il mensile Letture e poi Vita Pastorale, Gazzetta d’Alba, Stadium, Telenova e Telesubalpina, fino alla condirezione di Famiglia Cristiana.

Ha pubblicato un volume sulle tradizioni popolari e ha curato la collana Le domande della fede per le Edizioni San Paolo. Tra le sue opere La fontana della ninfa (Ladolfi) e Ivo il vendicativo (San Paolo). Frammenti sparsi è la sua prima raccolta di poesie.

 

ANTONIO SCIORTINO, sacerdote paolino, licenziato in teologia morale all’Università Gregoriana e specializzatosi in giornalismo presso la Cattolica, professionista dal 1986, è entrato a Famiglia Cristiana nel 1984, diventandone direttore nel 1999.

Tra le sue pubblicazioni: La famiglia cristiana (Mondadori); Anche voi foste stranieri e Il limite (Laterza); assieme a Giovanni Valentini, La morale, la fede e la ragione (Imprimatur). Con San Paolo ha pubblicato: Cambiare noi, in collaborazione con don Ciotti e don Mazzi; Il grano e la pula; assieme a monsignor Vincenzo Paglia: La famiglia.

Con il Saggiatore ha pubblicato Padri e figli. È presidente dell’Associazione don Giuseppe Zilli per la famiglia e le comunicazioni sociali e del Cisf (Centro internazionale studi famiglia). È stato nominato Grande Ufficiale da Ciampi nel 2005 e nel 2008 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro.

 

SARA LUCIANI, ceresolese, nata nel 1976, dopo gli studi presso l’Accademia di belle arti ha  lavorato prima come disegnatrice in un’azienda di moda, poi come restauratrice, per consolidarsi come arredatrice in uno studio d’interni.

La passione per il disegno l’ha portata a dipingere un mondo irreale e immaginario, nel quale i contrasti e le situazioni inconsuete trovano la loro forma.

 

MARTINO MORELLI, classe 1960, si avvicina alla fotografia  alla fine degli anni Settanta. Frequenta il Paravia  e lo studio di Luigi Funari, ecclettico fotografo ligure.

Dopo  ampie esperienze – dalla foto medica all’oggettistica, dall’immagine industriale ai matrimoni -, nel 1985  rileva lo studio fotografico Perino di Torino e oggi lavora e vive a Ceresole.

 

GIANPAOLO MONTISCI, gli occhi lasciano intuire la sua origine (sardo con madre pugliese), ma il cuore e la testa sono tutti a Ceresole, dove ha trascorso la vita.

Assicuratore di professione e artista per passione, ama la fotografia, la natura, il teatro – è diplomato alla scuola di recitazione del Teatro delle dieci fondata da Massimo Scaglione – e la pittura.

Le sue immagini scaturiscono sempre da un’emozione.