Varato al Castello di Grinzane Cavour l’Attraverso Festival 2016 | Dal 24 agosto al 4 settembre i territori dell’Unesco teatro di concerti ed eventi straordinari

0
372

E’ stata presentata questa mattina, nella suggestiva cornice della “Sala delle Maschere” del Castello di Grinzane Cavour, la prima edizione dell’Attraverso Festival, la kermesse che tra fine luglio e inizio settembre si offrirà come un vero e proprio percorso turistico-spettacolare per visitare, narrando con parole e musica, il territorio inserito nella World Heritage List dell’Unesco nel 2014 e quelli limitrofi del Piemonte meridionale, tra Langhe, Roero e Monferrato.

Un viaggio attraverso le abbazie e le piazze, i cortili, i ricetti e i castelli, per riscoprire il territorio in compagnia di alcuni protagonisti che hanno fatto del racconto e della bellezza la propria matrice stilistica.

A introdurre la manifestazione, Paola Farinetti delle Produzioni Fuorivia, direttore artistico del festival insieme a Simona Ressico di Hiroshima Mon Amour, il vice sindaco Moreno Cavalli a rappresentare il comune di Grinzane Cavour e Riccardo Porcellana responsabile ufficio comunicazione dell’Assessorato regionale alla Cultura e al Turismo. “Questo festival mette insieme tre province: la provincia di Cuneo, la provinciadi Asti e la privincia di Alessandria, pechè il fil rouge dell’evento è la bellezza delle zone patrimonio UNESCO – afferma una visibilmente soddisfatta Paola Farinetti – Un festival chiamato “Attraverso”, proprio perchè attraversa paesaggi meravigliosi, vuole essere anche di stimolo ad un lavoro sempre più unito tra territori che sono vicini, che sono ugualmente belli anche nelle loro diversità e che sicuramente sono percepiti da chi abita fuori come un territorio omogeneo. Di conseguenza ha senso provare a promuoverlo come un’entità unica, un territorio che è unito da quest’appellativo importante che è quello di essere patrimonio dell’umanità dell’Unesco, quindi di valorizzarlo allo stesso modo”

Partendo da queste premesse ha preso forma l’articolato programma di Attraverso che raccoglie il testimone di SI SALE il progetto nato nel 2015 nelle zone dell’ovadese e del gaviese, e ne sviluppa e ampia la portata: tra spettacoli di teatro, concerti, performances, incontri e narrazioni Attraverso raggiunge ben diciannove comuni delle province di Cuneo, Alessandria e Asti.

“Questo è l’esempio di come, lavorando insieme, possano nascere grandi progetti – sottolinea Riccardo Porcellana, rappresentante della Regione Piemonte – Il riconoscimento Unesco è importante ma è necessario non fermarsi ma riempirlo di contenuti, bisogna dargli vita. Da questo punto di vista un festival come Attraverso, racchiude la duplice funzione che deve avere la proposta culturale, quindi essere un fattore di attrazione turistica ma anche una forma di intrattenimento di alta qualità per il cittadino del nostro territorio”

Un Festival che si snoderà nei luoghi già carichi di storia e di eccellenza, che hanno come denominatore comune la bellezza e il paesaggio delle colline a vite che li contraddistingue, dove nascono i grandi vini piemontesi.

Ed è così che troviamo Carmen Consoli a Alba per l’unica data piemontese del suo tour estivo, Marco Paolini in scena a Monforte D’Alba, Massimo Cotto e Cristina Donà a Costigliole D’Alba, il maestro Ezio Bosso a Pollenzo-Bra, le fanfare Kocani Orchestar e Bandakadabra a Ovada, i Mau Mau a Grinzane Cavour, Paolo Rossi a Nizza Monferrato, Sergio Berardo e Dino Tron dei Lou Dalfin, a Bosio.
Un programma vario che riflette la ricchezza e varietà dei territori che lo accolgono, tra bellezze paesaggistiche e prelibatezze eno-gastronomiche. E proprio l’enogastronomia è l’altro protagonista di Attraverso Festival. Partendo da quel denominatore comune delle tre zone qual è il prezioso nettare degli Dei presente in varie declinazioni, con i racconti sensoriali dei Narratori del Vino, assaporato durante le degustazioni offerte dalle Pro Loco dei comuni coinvolti e dall’incontro/chiacchiera sul tema “I partigiani del vino” tenuto da Angelo Gaja, Oscar Farinetti e Walter Massa a Barbaresco in occasione dell’ evento conclusivo del Festival che vedrà sullo stesso palco, anche Bella Ciao, il più grande spettacolo di folk revival italiano riallestito cinquanta anni dopo. Vino, buon cibo e spirito di festa popolare.

Proprio in occasione dell’evento conclusivo si inserisce la collaborazione con Il Circolo dei lettori di Torino, partner dell’iniziativa con un servizio navette a/r Torino – Barbaresco, domenica 4 settembre 2016. Info e prenotazioni: 011 4326827.

Durante le giornate di spettacolo sarà inoltre possibile partecipare a visite guidate in alcuni dei luoghi che ospitano il Festival come il tour guidato di Alba Sotterranea o la possibilità di scoprire la Torre di Barbaresco e il Castello di Monticello Borgo, gli INFERNOT celati nei sotterranei dell’Eco Museo della Pietra da Cantoni di Cella Monte o, ancora, sarà possibile visitare le mostre allestiste all’interno della Fondazione Bottari Lattes. Gli amanti della natura avranno invece l’occasione di imparare a riconoscere le erbe selvatiche commestibili insieme alla Chef Anna Rivera di Arquata Scrivia della Condotta di Slow Food oppure di partecipare ad un trekking all’interno del Ente parco Aree Protette Appennino Piemontese o ancora passeggiare felici alla scoperta dei segreti della bio-architettura, perfettamente integrata nel territorio che la ospita. Senza dimenticare il percorso d’arte tra le vigne nel Parco artistico nel Vigneto “Orme su La Court” che scopre le tappe dell’acqua, dell’aria e del fuoco pensate e realizzate da Emanuele Luzzati fino al grande portale sulle colline realizzato da Ugo Nespolo.

Attraverso Festival è un progetto di Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour e Produzioni Fuorivia e con la collaborazione del Movimento di Resilienza Italiana. E’ realizzato con il Patrocinio di Unesco; il sostegno di Regione Piemonte e Fondazione CRT, l’intervento di Ceretto Vini e con la partecipazione dei comuni di Alba, Barbaresco, Bosio, Canelli, Casale Monferrato, Cella Monte, Costigliole d’Asti, Gavi, Grinzane Cavour, La Morra, Lerma, Monforte d’Alba, Monticello d’Alba, Nizza Monferrato, Novi Ligure, Ovada, Parodi Ligure, Pollenzo-Bra, Rocca Grimalda e con l’Ente Parco Aree protette Appennino Piemontese. Un ringraziamento speciale va inoltre ai numerosi soggetti che già operano sul territorio: ATL LANGHE ROERO, ATL ALESSANDRIA, ATL ASTI, le vivacissime Pro Loco, i produttori e le associazioni culturali.

 

Questo il programma per la Provincia di Cuneo

 

25 agosto 2016
Mau Mau e Bandakadabra
GRINZANE CAVOUR, Cortile del Castello, ore 21, ingresso gratuito
Dalle ore 19.30 Bandakadabra e stand enogastronomici a cura della Pro Loco di Gallo e Grinzane Cavour.

 

27 agosto 2016
Bandaradan in concerto
LA MORRA, Belvedere, ore 21, ingresso gratuito
Dalle ore 18 performance de I Narratori del Vino e stand enogastronomici a cura della Pro Loco di La Morra.

 

28 agosto 2016
Bandakadabra marching band
MONTICELLO D’ALBA, Borgo, Piazza Augusto Dacomo, ore 21.30, ingresso gratuito, nell’ambito del Piccolo Festival della Felicità
Street food, vini del Roero, servizio bar a cura della Pro Loco di Monticello

 

Alba Passeggiata “I colori delle nostre terre” ore 16
Discorsi sulla felicità – Da Seneca a Latouche, da Papa Francesco alla filosofia Kintsugi ore 19.

 

30 agosto 2016
Guido Catalano in Grand Tour Estate 2016
ALBA, Teatro Sociale “G. Busca”, Arena esterna, ore 21, posto unico 10 euro.

 

1 settembre 2016
Giuseppe Cederna in Da questa parte del mare
SERRALUNGA D’ALBA, Fondazione Mirafiore, Tenuta Fontanafredda, ore 18, ingresso gratuito.

 

1 settembre 2016
Ezio Bosso in The 12th room
POLLENZO – BRA, Cortile dell’Agenzia, ore 21, ingresso a 35, 40 e 45 euro

 

2 settembre 2016
Marco Paolini in Numero Primo. Studio per un nuovo album.
MONFORTE D’ALBA, Auditorium Horszowski, ore 19, ingresso 18 euro
Alle 18 degustazione a cura della Pro Loco di Monforte d’Alba.
Prima e dopo lo spettacolo presso la Fondazione Bottari Lattes, Monforte D’Alba
“Walter Bonatti. Fotografie dai grandi spazi” in mostra dalle 14 alle 22.30
“Dancing Landscapes” installazione e performance di danza. Alle 18 e alle 21.45

 

3 settembre 2016
Carmen Consoli unica data in Piemonte
ALBA, Teatro Sociale “G.Busca”, ore 21, posto unico 20, 28 e 35 euro

 

4 settembre 2016
Festa di Chiusura
BARBARESCO, centro storico, dalle ore 18, ingresso gratuito
Bella Ciao festa partigiana e folk revival con Lucilla Galeazzi, Elena Ledda, Luisa Cottifogli, Alessio Lega, Gigi Biolcati, Maurizio Geri, Riccardo Tesi, ore 21.30
I Partigiani del vino incontro con Angelo Gaja, Oscar Farinetti, Walter Massa, ore 20
Bandakadabra marching band e Narratori del Vino dalle ore 18
Dalle 18 degustazione enogastronomica “a stazioni” dall’antipasto al dolce, a cura della Pro Loco di Barbaresco per un paese tutto in festa.

 

{gallery}ATTRAVERSO_FESTIVA_CONFERENZA{/gallery}

 

Testo e foto Alice Ferrero