Gli Uomini di Mondo in un modellino

Il sodalizio cuneese guidato da Danilo Paparelli presenta la riproduzione in scala del suo iconico pulmino

0
1

Gli Uomini di Mon­do sono inarrestabili. Dopo aver inau­gurato una sta­tua di fronte alla Caserma Ignazio Vian di Cu­neo e aver sfilato durante il 69esimo Raduno Nazionale dei Bersa­glie­ri, si lanciano in una nuova iniziativa che, di fatto, anticipa la loro adunata, prevista per il 16 ottobre.
Nello specifico, l’associa­zione – nata nel 1998 prendendo spunto da una frase pronunciata dall’attore napoletano Antonio de Curtis, in arte Totò, in numerosi suoi film, “Sono un uomo di mondo, ho fatto il militare a Cuneo”, e che riunisce tutte le persone che, anche per un solo giorno, hanno prestato servizio militare o civile nella provincia di Cuneo – realizza il modellino dell’ormai ce­lebre pulmino, simbolo mobile del sodalizio.
Piergiorgio Casati, titolare dell’azienda cuneese La Mini Mi­niera, passando più volte al giorno in prossimità del mezzo posteggiato nel centro cittadino – dono della Miche­lin Sport Cuneo e decorato dalla ditta CoLoRo su grafica dello studio Kuadra – e osservando quotidianamente mol­te persone intente a fotografare il pulmino o scattarsi un selfie accanto alla gigantografia di Totò, emblema degli Uomini di Mondo, ha pensato che sarebbe stata una bella iniziativa inserire nel proprio catalogo anche il Fiat Ducato degli Uomini di Mon­do, per dar lustro e risalto non solo all’associazione ma anche alla città di Cuneo.
Contattato il presidente Da­nilo Paparelli e dopo aver proposto l’idea, Casati ha incontrato l’entusiasmo di tutto il direttivo. Il lavoro è stato particolarmente lungo e dettagliato. Si è realizzata una confezione al cui interno è inserito il box di plexiglass che contiene il mezzo vero e proprio. Tre pareti del diorama sono la riproduzione fotografica di piazza Ga­limberti, compresa la pavimentazione in porfido del sagrato, opera di Paolo Leone; sul retro compare l’immagine del mezzo originale, a fianco della statua lignea di Totò, realizzata da Barba Bri­siu (Fabrizio Ciarma), insieme con il cagnolino Micky, di­ventato nel tempo la mascotte degli Uomini di Mondo. La vivace grafica della confezione è realizzata da Ro­berto Marengo e illustra nel dettaglio tutte le informazioni del progetto. Posizionato al centro del diorama, il Fiat Ducato M1 a 9 posti, in scala 1:43, è riprodotto fedelmente in ogni minimo particolare, tanto che attraverso una lente d’ingrandimento si possono leggere distintamente tutte le scritte della grafica come compaiono sul pulmino originale e ap­prezzare il minuzioso lavoro manuale con cui sono state applicate tutte le decalcomanie. Ma c’è di più: oltre al mezzo è stato realizzato an­che il Totò “alpino” logo degli Uomini di Mondo. Non più alto di una moneta da un euro, lascia stupiti per la maniacale attenzione con cui è stato creato. La confezione, in edizione limitata, numerata, autografata e con lo spazio per inserire il nome del possessore del modello, è in vendita su prenotazione telefonando allo 0171-693114 oppure scrivendo a ca­sa­[email protected]
Il mo­dellino verrà inoltre presentato e commercializzato in occasione dell’Adunata Nazio­nale degli Uomini di Mondo prevista nell’ambito della Fiera del Marrone.