I parchi storici di Racconigi, Monticello, Saluzzo e Marene saranno riqualificati con i fondi del PNRR

Il presidente Cirio e gli assessori Poggio e Carosso: «In arrivo più di 18 milioni di euro (4,4 nella Granda). Lavorando in sinergia con i sindaci e i privati stiamo incamerando risorse per difendere l’ambiente valorizzando le nostre perle verdi»

0
365

Parchi e giardini storici del Piemonte riceveranno oltre 18,3 milioni di euro del Pnrr sul programma di valorizzazione di luoghi particolarmente significativi. Torneranno al loro antico splendore 18 luoghi distribuiti su tutta la Regione che hanno conquistato il 15% della posta di 150 milioni a livello nazionale. Enti locali e privati hanno presentato piani giudicati dalla commissione ben al sopra della soglia minima di valutazione con un rating quasi sempre attorno agli 85 punti.

«I tanti obiettivi raggiunti sono una buona notizia per Comuni e privati spesso alle prese con ristrettezze economiche che impedivano di eseguire lavori di manutenzione di autentiche perle disseminate sui territori – hanno sottolineato il presidente della Regione, Alberto Cirio conl’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio, Vittoria Poggio e il vicepresidente con delega ai Parchi Fabio Carosso -. I target raggiunti sono la cartina di tornasole dell’importanza dei fondi europei che il Piemonte sta riuscendo a intercettare grazie al lavoro fatto in sinergia con tante realtà pubbliche e private e naturalmente anche tanti sindaci che ce la stanno mettendo tutta per incamerare risorse utili a difendere l’ambiente, valorizzando le nostre perle verdi».

In provincia di Cuneo sono stati finanziati quattro progetti per un valore di 4,4 milioni di euro. Al Castello di Racconigi andranno 1.999.984 euro e al parco storico del palazzo Galvagno di Marene 200.000 euro. Ma è il parco del castello di Monticello d’Alba ad aver preso la seconda posta più alta della provincia con 1.419.358 euro, mentre il Parco del complesso del Belvedere di Saluzzo prenderà 848.266 euro.