Aste e sport: i cimeli di Marta Bassino venduti in tutta Europa

0
169

Anche quest’anno l’asta dei cimeli di Marta Bassino ha avuto un buon esito e ottenuto
un gran numero di visualizzazioni e di offerte; il ricavato è stato devoluto dall’atleta
all’AITF odv , l’associazione dei trapiantati di fegato che si fregia di averla come
testimonial.

La somma, che ha raggiunto i 1800 €, ha trovato un’accesa competizione
per ciò che riguarda gli oggetti più preziosi: così il pettorale della gara delle Olimpiadi
di Pechino ha sfiorato i 700 €.

A testimonianza della notorietà internazionale acquisita da Marta è significativo constatare che l’asta ha trovato aggiudicatari non solamente in Italia ma anche nel Regno Unito, in Svizzera e financo in Bulgaria.

“Un sostegno per la ricerca scientifica e per l’assistenza ai più deboli, in momenti in cui il
volontariato non gode momenti di grandi aiuti” ha sottolineato Marco Borgogno, presidente dell’AITF; e ha concluso :“Un autentico compiacimento per la sua attività di sportiva mondiale e un ringraziamento sincero a Marta da parte di tutta l’AITF e miei personali; ha dimostrato, ancora una volta, di unire al suo carattere spontaneo e al suo grande talento anche il pensiero di quanti, più sfortunati, hanno bisogno di un aiuto”.