Triathlon: i portacolori dell’Atletica Mondovì al traguardo dell’IronMan di Nizza

0
175

Domenica importante, la scorsa, per il calendario internazionale del Triathlon: a Nizza infatti si è svolta la tappa francese del circuito IronMan che, dopo due anni di rinvii e limitazioni causa Covid, si è nuovamente potuta svolgere regolarmente.

Oltre 3200 i partecipanti equamente divisi sulla distanza Lunga e Media per uno spettacolo nello spettacolo.

La giornata torrida e caratterizzata da un forte vento, ha reso ancora più difficile un tracciato, soprattutto quello della bici, tra i più impegnativi dell’intero panorama.

Alla trasferta transalpina ha preso parte anche una delegazione della Triatletica Mondovì Acqua S. Bernardo che ha centrato l’obbiettivo di portare tra i “finisher” tutti e cinque gli atleti tra cui ben tre debuttanti. Missione compiuta per Nadia Porta, alle prese con la distanza media (1,9 km nuoto – 90 km bici – 21 km corsa) completata con il crono di 6h40’52, tempo che le ha permesso di chiudere al 123° posto tra le donne e 14ima di categoria.

Sulla distanza doppia “Iron” (3,8 km nuoto – 180 km bici – 42 km corsa) il primo dei monregalesi a tagliare il traguardo visibilmente commosso nonostante la sua quarta volta, è stato l’inossidabile “Capitano” Fabrizio Moscarini autore di una prova maiuscola per la sua categoria tanto da arrivare 10° tra gli 55-59 (e 339° assoluto) in 11h32’05”.

Molto bene anche Mike Doneddu che ha chiuso in 11h47’40” la sua fatica (421°): per il cebano tagliare il traguardo della Promenade des Anglais ha avuto un sapore particolare dopo il terribile incidente in bici di era stato vittima un anno fa durante un allenamento.

Battesimo Iron anche per Aldo Bongiovanni e Davide Danni rispettivamente in 12h58’28” e 13h22’47”: una fatica fisica e mentale estrema a cui i due non si sono tirati indietro avendo come unico obbiettivo quello di arrivare alla finish line.

L’attività per la squadra monregalese non si ferma qui avendo in programma già il prossimo week end un altro appuntamento internazionale con Silvio Paluzzi impegnato in Germania nel “Detev Challenge Roth”: un triathlon sulla distanza lunga dove il vicese vorrà recitare un ruolo da protagonista come già accaduto nell’edizione 2021 quando raccolse un prestigioso 39° post di categoria.