Festa nazionale dei giovani imprenditori Agia di Cia a Barolo

0
161
Foto Andrea Tomasetto

Venerdì 1º luglio la Cia Cuneo organizza, nell’incantevole cortile del Castello di Barolo, in piazza Falletti, 2, “FestAgiamo”: la prima Festa nazionale Agia dei giovani imprenditori iscritti all’associazione agricola. L’iniziativa, in programma a partire dalle 20.30, è allestita nell’ambito del percorso Wine & Food di Collisioni: il Festival AgriRock di cui la Cia provinciale è partner strategico. Hanno coordinato il progetto Marco Bozzolo e Luca Marenco: presidente regionale del Piemonte e presidente provinciale di Cuneo dei giovani imprenditori. Partecipano alla serata la delegazione nazionale Agia guidata dal segretario Matteo Ansanelli e diverse rappresentanze provenienti da tutta Italia.

Il programma prevede gli interventi istituzionali e poi lascia spazio all’apericena e alla musica: mix, offerto dalla Cia provinciale di Cuneo, costituito da piatti deliziosi e buon vino del territorio con la presenza di diverse etichette, accompagnato da emozionanti note all’insegna dell’allegria e del divertimento. Nel “puro” stile di Collisioni. La parte gastronomica è curata dal ristorante del Castello di Barolo. L’idea lanciata da Bozzolo e Marenco è stata subito sposata dalla Cia nazionale e da quella della “Granda”.

Gli obiettivi

Quali sono gli obiettivi dell’iniziativa? Risponde Bozzolo: “Costruire un ulteriore tassello di collaborazione con Collisioni, per far conoscere e valorizzare le eccellenze cuneesi degli agricoltori Cia. Ma  anche la volontà, pur trattandosi di una Festa e non di un incontro tecnico, di creare le condizioni per un confronto con i giovani imprenditori di altre zone d’Italia. Perché solo condividendo problemi e successi si può crescere tutti insieme”.

Inoltre? “Quanti arrivano da altre regioni italiane, soprattutto quelli del Centro e del Sud, adesso facilitati a raggiungerci dal nuovo volo aereo Roma-Levaldigi, potranno verificare direttamente sul campo l’esempio di un territorio – Langa e Roero – che funziona e rappresenta un gioiello a livello nazionale per le capacità degli imprenditori di svilupparlo lavorando uniti e legando i loro prodotti all’area in cui operano. Così da promuovere non solo cibo e vino, ma anche turismo e indotto. Quindi, occupazione”.

Ringraziamenti? “Vanno soprattutto al presidente e al direttore provinciale di Cuneo della Cia, Claudio Conterno e Igor Varrone, i quali, ancora una volta, appoggiandoci con molta energia, hanno dimostrato di credere concretamente nei giovani che rappresentano la classe dirigente di domani”.

Informazioni e prenotazioni

La Festa è aperta agli associati Cia dell’Agia: cioè under 40 anni. I posti disponibili sono 150. Per informazioni sulla serata e prenotazioni obbligatorie dell’apericena è possibile scrivere alla mail m.ansanelli@cia.it oppure telefonare, dalle 9 alle 12, a Erica al numero 0173 35026.

cs