Promozione: Cavour con la Cheraschese per il record di punti, è bagarre playoff

0
456
Foto Diego Murgioni

Si torna in campo, per chiudere il mese di maggio e prepararsi idealmente all’ultimo atto di una stagione infinita. Ora, chi si ferma è davvero perduto. La ventinovesima giornata del girone C di Promozione, dopo aver laureato il Cavour campione, promette scintille.

Proprio la prima della classe dovrà cercare di onorare le ultime due giornate, anche perché i risultati dei ragazzi di Di Leone potranno incidere sul percorso delle avversarie di turno.

Non solo, i cavouresi potrebbero anche inseguire un record. Da quando vengono assegnati tre punti per vittoria, solo una volta nel girone cuneese-piemontese si sono superati i 70 punti in classifica: nel 2005/06, con il Lascaris che ne ottenne 71.

Ecco l’obiettivo, che per Costantino e compagni passerà già dal big-match casalingo contro la Cheraschese, nuova seconda forza del campionato dopo il pareggio del Pedona a Morozzo.

Cercano punti pesanti, quindi, i lupi, che di fatto sono certi dei playoff, mentre proprio il Pedona partirà favorito in casa contro il Bsr Grugliasco, che ha ormai poco da chiedere a questo finale di campionato.

Subito dietro, intanto, continua la bagarre per gli ultimi due posti utili per i playoff, con le tre squadre in corsa impegnate in trasferta.

L’ostacolo più complesso sarà ancora una volta del Busca, che, dopo aver superato il Villafranca, giocherà sul campo della Polisportiva Scarnafigi, tranquilla ma da sempre ostica per le prime, vista la qualità della rosa.

Più semplici, sulla carta, gli impegni che attendono le altre due: il Csf Carmagnola, che giocherà in casa del Nichelino Hesperia già retrocesso, e il Pancalieri Castagnole, chiamato a rispettare i pronostici contro la Polisportiva Montatese, alla disperata ricerca di punti per assicurarsi la miglior posizione possibile per i playout.

Le tre sfide che chiudono il programma pesano soprattutto in chiave salvezza, con tre compagini in zona playout attese in trasferta da squadre che ormai hanno poco da chiedere al loro campionato.

In rigoroso ordine di classifica, l’Infernotto è atteso dall’Azzurra ormai salvo, il Carignano dal Sommariva Perno, che ha già raggiunto la simbolica quota 40, e il Villarbasse dal Villafranca, che, dopo il ko di Busca, ha ormai detto di fatto addio al sogno playoff.

Nel girone D, infine, cercherà di tenere accesa la fiammella della speranza playoff la Santostefanese, che attende la Novese, ancora in corsa per il titolo, essendo a soli due punti di distanza dalla Luese Cristo capolista.

I biancazzurri dovranno compiere l’impresa, sperando nel contemporaneo passo falso della Valenzana Mado nell’altro big match di giornata contro la Pro Villafranca, per accorciare in classifica.