Motori: il saluzzese Carlo Merenda protagonista al Panda Raid in Spagna

0
275

Nuova avventura per il saluzzese Carlo Merenda che, dopo essersi laureato campione italiano regolarità a media per auto storiche 2021 ed il quarto posto assoluto al rally di Montecarlo historique 2022, ha voluto cimentarsi nella navigazione su piste nel Panda Raid Baja 800 tenutosi in Spagna dal 12 al 15 maggio scorsi.

Il Panda Raid si disputa solitamente in Marocco, ma quest’anno, anche causa incertezza sull’apertura delle frontiere, è stata organizzata un’edizione speciale in terra spagnola su 800 km di piste ostili nella zona di Soria, Saragozza e Teruel.

Dopo le verifiche tecnico sportive di giovedì 12 maggio le oltre 100 Panda presenti sia in versione 4×4 che 4×2 sono partite dalla splendida cornice della spianta di Torre del Agua a Saragozza, per la prima delle quattro tappe segrete, sena ausilio di GPS ma solo road book e bussola per trovare la strada ed arrivare al campo dove non ci saranno alberghi ma solo tenda e sacco a pelo e dove gli equipaggi si dovranno prendere cura della meccanica delle auto essendo vietata ogni tipo di assistenza.

L’equipaggio italiano formato da Massimo Cannella e Carlo Merenda a bordo di una Panda 4×4 nella prima tappa hanno testato l’auto e preso confidenza con il percorso, su piste e luoghi tanto belli, ricchi di storia e cultura, quanto inospitali, concludendo all’11 posto in classifica. Seconda giornata contraddistinta da caldo e polvere che ha messo a dura prova gli equipaggi e le auto, con escursioni termiche di oltre 20 gradi tra giorno e notte.

L’equipaggio italiano ha concluso in rimonta raggiungendo la settima posizione. Terzo giorno caratterizzato dall’acqua; infatti molti sono stati i guadi che hanno dovuto affrontare gli equipaggi e qui le 4×4 hanno solidariamente aiutato le 4×2 nell’attraversamento. Ma non era finita perché alla sera giunti al campo base un temporale perfetto ha concluso la serata mettendo ancora più in difficoltà gli equipaggi, specialmente quelli che dovevano fare interventi sulle vetture. Altro passo avanti in classifica per Massimo e Carlo che coprivano la quarta posizione.

L’ultima tappa è ancora stata caratterizzata dall’acqua; il temporale serale e notturno ha ingrossato i fiumi rendendo ancora più impegnativi i guadi e le pozzanghere formatesi sulle piste hanno reso insidiosa la loro percorrenza. All’arrivo su plaza Mayor a Soria l’equipaggio Cannella Merenda ha concluso al secondo posto assoluto nella categoria 4×4, un risultato importante se si pensa che era la prima gara insieme e la prima su piste sterrate.

c.s.