Crescita, promozione e sviluppo sostenibile: presentato il Marchio “Qualità Parco – Apam” (FOTO e VIDEO)

0
392

Uno strumento per la promozione delle produzioni agricole e artigianali del territorio delle Aree Protette delle Alpi Marittime: è il Marchio “Qualità Parco – Apam”, presentato oggi (24 maggio) a Cuneo, presso la sede dell’ATL del Cuneese.

Il marchio permetterà di identificare in modo unitario ed incisivo i prodotti del settore agroalimentare, forestale ed artigianale impegnati in un percorso di qualità e sostenibilità, facendo convergere verso un unica direzione comuni produttori ed erogatori di servizi attraverso un percorso condivido, oltre a dare visibilità alle produzioni attraverso una comunicazione uniforme ed efficace.

L’obiettivo è di promuovere una costante crescita della qualità dei prodotti ottenuti e realizzati nei territori dei due Parchi (Parco Naturale Alpi Marittime e Marco Naturale del Marguareis) e delle otto riserve (Grotte del Bandito, Rocca San Giovanni-Saben, Ciciu del Villar, Crava Morozzo, Benevagienna, Sorgenti del Belbo, Grotte di Bossea, e Grotte di Aisone) che compongono le Aree Protette, assicurando, nell’eservizio delle attività produttive, la salvaguardia dell’ambiente, la tutela delle biodiversità e del paesaggio, il benessera animale e l’uso sostenibile delle risorse rinnovabile. In questo modo verrà sostenuto il tessuto produttivo, favorendo l’occupazione, producendo ricchezza sul territorio e garantenso i consumatori che fruiscono dei beni del territorio della loro origine, provenienza e qualità.

“Uno strumento in più per gli operatori in un’area vasta e in un periodo in cui dobbiamo ripartire verso un futuro ancora più grande – ha commentato il Presidente di APAM Piermario Giordano – . Questo è un punto di partenza ed un’opportunità per tutti gli operatori”. “Un’ottima iniziativa e un valore aggiunto: un marchio di qualità sui prodotti legati al Parco Alpi Marittime che indubbiamente è una grande eccellenza del nostro territorio e un volano di promozione turistica del cuneese” aggiunge il Presidente di ATL del Cuneese Mauro Bernardi.

Il marchio è destinato ad imprese agricole e artigianali che operano all’interno dei confini di uno dei Comuni dei due Parchi (Aisone, Briga Alta, Chiusa Pesio, Entracque, Ormea, Roaschia, Valdieri e Vernante) o di una delle Riserve gestite dalle Aree Protette delle Alpi Marittime o (per prodotti di particolare rilevanza e/o esclusività) all’interno dei Comuni il cui territorio rientri in parte all’interno di una delle Riserve stesse (Benevagienna, Camerana, Frabosa Soprana, Mondovì, Montezemolo, Morozzo, Rocca de’ Baldi, Saliceto, Villar San Costanzo); infine, per imp rese di trasformazione dei prodotti agricoli o artigianali poste al di fuori dei Comuni sopra citati che utilizzino materie prime provenienti dai territorio dei Comuni delle Aree Protette.

Presenti alla conferenza stampa, inoltre, Nanni Villani (Responsabile sett. valorizzazzione del territorio APAM), Luca Gautero (Direttore APAM), Valeria Marrone e Franco Parola (Consiglieri APAM). Per info su come aderire https://www.areeprotettealpimarittime.it/