Promozione: Cavour, a Grugliasco la festa? Busca-Villafranca vale tanto

0
300

Il rush finale, nel giorno che potrebbe regalare la festa al Cavour. La ventottesima giornata del girone C di Promozione rappresenta un crocevia importante verso gli ultimi atti di una stagione lunga e intensa, con tanti colpi di scena.

Intanto, potrebbe essere tempo di primi verdetti, nella parte alta e bassa della classifica. Tra chi sogna, occhi puntati su Grugliasco, dove il Bsr ospita un Cavour che, vincendo o pareggiando, si garantirebbe la promozione alla prossima Eccellenza. Sembra essere, insomma, solo questione di ore per la festa torinese.

Sotto, invece, a Villarbasse potrebbe essere il giorno del giudizio per il Nichelino Hesperia, appeso a un filo sottilissimo e ormai quasi certo del ritorno in Prima Categoria. Un successo ospite nello scontro diretto, in realtà, rischierebbe di essere decisivo solo per i padroni di casa, che perderebbero un’occasionissima per riavvicinare il quintultimo posto e le altre posizioni dei playout.

Detto dei verdetti molto vicini, altri potrebbero arrivare nelle zone “di mezzo”, che assegnano i posti per playoff e playout.

Partendo dalle zone nobili, Pedona e Cheraschese, appaiate al secondo posto in una corsa senza fine, potrebbero garantirsi l’accesso ai playoff, anche perché attese da due sfide non impossibili, tra le mura amiche, rispettivamente contro Azzurra e Polisportiva Montatese.

Partono favorite anche Pancalieri Castagnole, che ospita il Sommariva Perno ormai senza obiettivi concreti, e Csf Carmagnola, in casa contro l’Infernotto, che ultimamente sta bene e cerca altri punti per evitare i playout.

Ecco perché l’attenzione massima sarà puntata sul “Natale Berardo”, dove Busca e Villafranca si affrontano in uno scontro diretto che conta soprattutto per i grigi. Con gli ospiti alle prese con il cambio di guida tecnica, dopo l’esonero di Caputo, sono infatti soprattutto i buschesi a giocarsi la possibilità di restare in scia con il treno playoff. Un ko (o un pareggio) favorirebbe Pedona, Cheraschese, Pancalieri Castagnole e Csf Carmagnola, avvicinandole di molto all’obiettivo.

Sotto, con l’Azzurra che è vicina alla matematica salvezza e il solo scontro diretto tra Villarbasse e Nichelino Hesperia, chiude Carignano-Scarnafigi, con i padroni di casa che cercano punti per superare l’Infernotto e puntare, a loro volta, nella salvezza per vantaggio sul Villarbasse.

Nel girone D, infine, impegno alla portata per la Santostefanese (42), attesa in casa del Bacigalupo (20), e con la possibilità, visto lo scontro diretto tra Valenzana Mado e Gaviese che la precedono, di rifarsi ancora una volta sotto per i playoff.