Il mistero del daino

Nel novarese un animale ferito al bordo della strada viene fatto sparire da un uomo che lo carica sulla sua auto prima che arrivino i soccorsi del centro recupero animali selvatici. Perché?

0
249

Un daino ferito, probabilmente dopo un investimento, è stato fatto sparire da un uomo che lo ha portato via caricandolo sull’auto, davanti ad un gruppetto di persone che si erano fermate per soccorrere l’animale. L’episodio, di una crudeltà inaudita, è accaduto a Divignano in provincia di Novara. Un pomeriggio, al numero di emergenza di Rifugio Miletta, Centro Recupero Animali Selvatici che opera nel territorio della provincia di Novara, è arrivata una chiamata che segnalava un daino investito e lasciato a bordo strada nel comune di Divignano. Proprio mentre era in corso la chiamata un individuo si è avvicinato all’animale e lo ha caricato in malo modo nel baule della propria automobile. Alla richiesta di spiegazioni da parte delle persone presenti che erano in attesa dell’arrivo dei soccorsi, l’individuo, con fare minaccioso, ha risposto che lo avrebbe portato da un veterinario. Tra le proteste si è poi allontanato velocemente. «Se l’animale fosse effettivamente stato portato da un veterinario, questi avrebbe chiamato il nostro centro», dicono al Rifugio Miletta.

«Purtroppo episodi di questo tipo capitano frequentemente sul nostro territorio – aggiunge Alessan­dra Motta, responsabile del Cras – ma fino ad ora mai in presenza di testimoni. Questa volta è diverso e speriamo che le fotografie, prontamente inviate ai carabinieri insieme ad un esposto, permettano di individuare il responsabile». La possibilità di rintracciare l’animale è minima: «Oltre alla crudeltà di negare il soccorso all’animale ferito, c’è anche il rischio sanitario del consumo di carne proveniente da una macellazione clandestina», conclude la responsabile del centro.

Il Rifugio Miletta è un’associazione di volontariato che si prende cura di animali in difficoltà, liberati da sofferenza e schiavitù, e che promuove la cultura del rispetto dei loro diritti. All’interno del Rifugio, asini, cavalli, mucche, capre, cani, gatti, uccelli e altri ospiti, convivono liberamente e pacificamente. Il Rifugio Miletta è anche Centro Recupero Animali Selvatici attivo in provincia di Novara. Se una persona si imbatte in un animale selvatico in difficoltà, investito, ferito, malato, può chiamare il numero unico di emergenza 112 che inoltrerà la chiamata all’associazione per il soccorso, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.