“Giornata Nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo e Alimentare della Regione Piemonte”

Sabato 21 maggio in frazione Pollenzo-Bra

0
240
(foto archivio Ideawebtv)

Sabato 21 maggio, Pollenzo ospita un programma ricco di attività per far conoscere il patrimonio culturale e genetico della biodiversità agroalimentare piemontese.

L’occasione è quella di celebrare la “Giornata Nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo e Alimentare della Regione Piemonte” e di condividere momenti di incontro, scambio e conoscenza in un contesto di festa e socialità.

L’Università di Scienze Gastronomiche è capofila del progetto ‘Germonte 3’, che vede coinvolte l’Università degli Studi di Torino – DISAFA, Associazione Asci Piemonte, Associazione Antichi Mais, AIAB Piemonte e l’azienda Il Girasole.
Finalità del progetto è proprio la tutela, la valorizzazione e la comunicazione delle varietà vegetali da conservazione di mais, frumento e ortaggi del nostro territorio regionale ed è finanziato dalla Regione Piemonte.

A questo proposito nella mattinata di sabato 21 maggio presso l’Aula Magna dell’UNISG si terrà un convegno dedicato a queste tematiche ed esperienze, introdotto dall’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Marco Protopapa, il presidente dell’UNISG Carlo Petrini e il rettore Bartolomeo Biolatti.

Interverranno quindi Mario Marino (FAO), Nadia Ansaldi e Stefano Dolzan (Regione Piemonte). A seguire Paola Migliorini (UNISG), Ezio Portis (DISAFA Università di Torino), Sandra Spagnolo (AIAB) illustreranno i risultati del Progetto Germonte3.

Si succederanno poi gli interventi di Riccardo Bocci della Rete Semi Rurali, Manuele Mussa dell’Az.Ag. Una Garlanda, Karen Lopez della Comunità del cibo dei pani dell’Appenino.
Ed infine si presenteranno le aziende di “produttori custodi” che hanno partecipato a Germonte3: Az. Agr. Cascina delle Grazie, Agridelta, Franco Andrea, Ostenga Organics – Associazione Antichi Mais Piemontesi; Az. Agr. L’Altromercato, Az. Ag. La Tadea, Az. Ag. Savarino, Az. Ag Reale – ASCI; Carlo Gaddo – Az. Agr. Il Girasole; Giovanni Faggio e Carlo Arcostanzo – Il Papavero Rosso; Massimiliano Spigolon – Mulino Valsusa.

La giornata prosegue con numerose attività aperte a tutti dislocate negli spazi dell’Università e dell’Agenzia di Pollenzo.

Nei giardini e negli orti educativi dell’ateneo si svolge la Fierucola della Biodiversità, con la partecipazione di 25 aziende agricole e associazioni di Piemonte e Liguria con vendita di prodotti del territorio e Presidi Slow Food e attività di scambio di semi; workshops tenuti dagli studenti Unisg e Disafa (Unito) per bambini e famiglie, spettacolo teatrale “SEMI. Storia di un potere invisibile” della Compagnia Nouvelle Plague e Maison des Semences Paysannes Maralpines, infine concerto di Efaketnabi Trio con musiche della tradizione popolare piemontese.

La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita. È però obbligatoria la prenotazione per il convegno, i workshops, lo spettacolo teatrale.

Qui il programma completo e tutte le informazioni per prenotare:
https://www.unisg.it/eventi/giornata-nazionale-della-biodiversita-di-interesse-agricolo-e-alimentare-della-regione-piemonte/

cs