Eccellenza: il Cuneo batte il Castellazzo e tiene il passo del Pinerolo

0
429

Un’altra vittoria a “corto muso” ma che pesa, quanto pesa. L’AC Cuneo 1905 Olmo soffre ma supera il Castellazzo e resta in scia del Pinerolo capolista. Una domenica in cui i biancorossi, per continuare a sognare la D, non potevano sbagliare, considerando l’impegno estremamente agevole dei primi della classe, contro l’Atletico Torino, già retrocesso e travolto come da pronostico con un rotondo 7-0.

Al contrario, la formazione di mister Magliano affrontava un Castellazzo sì penultimo, ma in grado di fermare 7 giorni fa il Chisola e che si giocava le ultime, residue, chance di evitare la retrocessione diretta. C’è stata gara, c’è stata battaglia, al “Paschiero”, nonostante un inizio subito positivo dei padroni di casa: Giacomo Dalmasso, al minuto 8, viene agganciato in area da Ventre, conquistandosi e realizzando il rigore dell’1-0.

Gara, che, comunque, non vive di ritmi alti e di forti emozioni: il Cuneo fa la partita, il Castellazzo ci prova di rimessa, ma poco o nulla accade. Al 36′ un sussulto con la staffilata di Liguoro (probabilmente il migliore dei biancoverdi) che trova una grande coordinazione dal limite ma anche la pronta risposta di Campana. Si va al riposo sull’1-0 con i cuneesi che, di fatto, capitalizzano al massimo una prima frazione equilibrata.

La ripresa si apre con una svolta inattesa: al 52′ Liguoro scodella bene su punizione dalla trequarti sinistra, in area stacca Recchiuto che insacca per l’1-1. Magliano, capendo l’importanza e la difficoltà del momento, corre subito ai ripari inserendo Peirano ed Armando per provare a tornare avanti. Ma è il Castellazzo a sfiorare il sorpasso: al 59′ contropiede condotto da Cimino che scarica sul solito Liguoro, ricevendo il pallone di ritorno ai 16 metri, calciando e mandando alto di poco da buona posizione. Al 68′ un lancio lungo sorprende la difesa biancorossa,  Rosset entra in area e colpisce: Campana copre il palo e respinge.

Negli ultimi 20′ il Cuneo spinge, riuscendo finalmente a sfondare a 5′ dal 90′: Andrea Dalmasso tiene in vita un pallone vagante e riesce a smarcare Armando, il quale penetra da destra e con un gran diagonale incrocia nell’angolo opposto. Finisce 2-1 senza sorprese nel finale, Cuneo che rimane a -2 dal Pinerolo e che, sabato 16 aprile all’Ottolenghi, si gioca una grande fetta di stagione, nello scontro diretto contro l’Acqui.

Eccellenza – Girone B

AC Cuneo 1905 Olmo – Castellazzo: 2-1

Reti: 9′ rig. Dalmasso G. (Cu), 7′ st Recchiuto (Ca), 40′ st Armando.

AC Cuneo 1905 Olmo (4-2-3-1): Campana, Bernardi, Benso, Magnaldi M. (11′ st Armando), Pernice, Marchetti, Dalmasso G., Angeli, Lombardo (10′ st Peirano), Dalmasso A. (44′ st Santini), Botasso (35′ st Gazzera). A disp.: Bonardi, Kone, Ambrogio, Sabena, Belliardo. All.: Michele Magliano.

Castellazzo (4-4-2): Rosti, Guglielmi (42′ st Cavanna), Ventre, Cimino, Cascio, Benabid, Mhamsi (27′ st Viscomi), Recchiuto, Di Santo, Rosset, Liguoro (35′ st Manfrin). A disp.: Gradito, Randazzo, Mattei, Bellinzona. All.: Riccardo Molina.

Arbitro: Framba di Torino (Manzari e Palmulli di Torino).

Ammoniti: Ventre, Benabid.