UFFICIALE – Saluzzo non rinuncia alla sua festa: nel 2022 torna il Carnevale

Work in progress per l’evento organizzato dalla Fab e dalla Città di Saluzzo. Domenica 20 febbraio si presenta la nuova Castellana con le altre maschere. Domenica 27 la sfilata on line su Facebook

0
2009

Lavori in corso per l’organizzazione del grande Carnevale di Saluzzo. La situazione epidemiologica in atto sta infatti imponendo all’organizzazione di procedere a piccoli passi per valutare ancora ogni ipotesi sulle possibili modalità di allestimento della kermesse.

Nonostante il persistere della pandemia, gli organizzatori della Fondazione Amleto Bertoni, in sinergia con la Proloco di Rivoli, stanno già lavorando alacremente su tutti i tasselli, tra i quali l’innovativa modalità on line sperimentata lo scorso anno, per dare il via al 94° Carnevale Città Saluzzo (che anche quest’anno si avvale del titolo di “Carnevale storico” riconosciuto dal Mibact) 68° Carnevale di Rivoli – “Il Carnevale delle 2 Province”.

Tre le date certe: domenica 20 febbraio avrà luogo la presentazione della Castellana, di Ciaferlin, delle maschere del territorio e di quelle italiane che non vogliono perdersi l’occasione di partecipare anche quest’anno alla manifestazione saluzzese; domenica 27 febbraio sarà il giorno del grande contest on line su Facebook durante il quale verranno mostrate le elaborazioni delle famiglie, dei carristi e degli oratori.

Martedì 1° marzo, tornerà il concorso “Coriandoli di frutta” riservato alle scuole. La formula per prendere parte alla festa sarà la solita: tutti coloro che vorranno partecipare saranno infatti chiamati a mandare una foto della loro maschera, carro, costume, etc. I regolamenti e tutte le informazioni utili per poter partecipare, ancora in fase di elaborazione, saranno presto pubblicati sul sito internet dell’evento all’indirizzo www.carnevaleindoor.it.

“Mai come in passato questo vuole essere il Carnevale della buona volontà e dell’unione – afferma Carlotta Giordano, presidente della Fondazione Bertoni -. Lo scorso mese di novembre, quando abbiamo iniziato a pensare all’edizione di quest’anno, si ragionava ovviamente in tutt’altra direzione rispetto ad ora: è per noi molto importante pensare alle più svariate soluzioni affinché il Carnevale entri comunque nelle case delle persone. Con le giuste attenzioni, seguendo ogni regola, proveremo ad esserci per ognuno. In questi due mesi abbiamo incontrato diversi gruppi di carristi che ci hanno manifestato la propria volontà nel voler essere ancora una volta protagonisti della festa. Tenendo in considerazione ogni giorno l’evolversi del quadro epidemiologico, stiamo aiutando i vari gruppi a preservare le motivazioni per andare avanti per confermarsi quali veri protagonisti dell’evento insieme con le famiglie. Confermiamo l’importante collaborazione con il Carnevale di Rivoli e con la loro Pro Loco in attesa disvelare il nome della nuova Castellana, che ha già accettato l’incarico. A vestire i panni di Ciaferlin, invece, sarà ancora il grande Aurelio Seimandi”.

c.s.