Basket B/M: Langhe Roero, Omegna è la prima a violare il Pala 958

0
104
Foto Vincenzo Nicolello

Si spezza la striscia con cui Langhe Roero ha difeso a lungo l’imbattibilità interna. Omegna passa al Pala 958 dopo aver dominato i primi 25 minuti, ma dopo aver comunque subito la disperata reazione dei locali. La S. Bernardo Abet può forse masticare amaro per aver concesso troppo nel primo tempo, anche se la reazione nel secondo tempo anche questa sera non è mancata.

Grande serata al Pala 958 col derby tra Langhe Roero e Fulgor Omegna. La Paffoni nei primi minuti va sistematicamente a segno cavalcando Balanzoni e Bushati e dopo tre minuti è avanti 5-14. Fowler, Antonietti e Tarditi, poi, lanciano la rimonta (13-18), ma nelle incursioni al ferro gli ospiti guadagnano sempre buoni dividendi; Jacomuzzi chiama time-out sul 13-22. Negli ultimi minuti di frazione LRB riesce a frenare un po’ l’inerzia avversaria, ma non segna ed al decimo è 14-22.

La S. Bernardo Abet riparte più decisa, Cravero a rimbalzo d’attacco converte, poi Tarditi realizza dai 6,75 m in transizione (19-22). Di lì a poco Castellino dall’angolo lo segue (23-24), ma Omegna ruba palla e corre in contropiede evitando l’aggancio: 23-29. Bushati con pazienza rimette ordine e gli ospiti sfruttando il bonus riprendono fiato (28-39). I locali entrano in un loop di rottura prolungata e la Fulgor prova subito a dare uno spintone issandosi sul 36-50 alla pausa.

La ripresa inizia poi nel peggiore dei modi per LRB con l’espulsione di Jacomuzzi e un momento di down che vale il 42-60 che virtualmente potrebbe chiudere la gara. Arriva tuttavia la reazione della S. Bernardo Abet che con un 7-0 prova a rimettersi in carreggiata (49-60) e con la tripla di Fowler si affaccia a fine terzo periodo con un pizzico di nuova fiducia (58-65).

Arrembaggio disperato, Danna, Tarditi e Antonietti ci credono: 68-70! Sospensione Fioretti e immediato 0-5 (68-75), quando Antonietti deve anche lasciare il campo dopo il quinto fallo. La Fulgor apre ancor di più il gas ed in un attimo è 70-80. La tripla di Tarditi del -5 (78-83) arriva troppo tardi, anche se Bushati ribadisce il successo viaggiante con la tripla beffarda da 8 metri per il 79-86 finale.

La Fulgor è così la prima avversaria a violare il Pala 958, imponendo il suo talento e la sua esperienza soprattutto grazie a un primo tempo impeccabile ed alla pazienza con cui riesce poi a gestire il rientro avversario.

Per LRB è il secondo stop di fila, pur dimostrandosi competitiva al cospetto della corazzata rossoverde.

S.Bernardo-Abet Langhe Roero – Paffoni Fulgor Omegna 79-86 (14-22, 22-28, 22-15, 21-21)
S.Bernardo-Abet Langhe Roero: Emanuele Tarditi 19 (1/2, 5/6), Daniel Alexander perez 11 (2/3, 2/5), Nicolò Castellino 11 (1/6, 2/3), Andrea Danna 9 (2/6, 1/2), Luca Fowler 9 (0/1, 3/7), Luca Antonietti 9 (2/3, 1/3), Marco Prunotto 6 (1/2, 0/0), Francesco Cravero 5 (1/4, 1/1), Luca Cortese 0 (0/0, 0/1), Alessandro Cagliero 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Emanuele Tarditi 9) – Assist: 16 (Andrea Danna 7)
Paffoni Fulgor Omegna: Andrea Piazza 19 (2/8, 4/8), Marco Planezio 16 (4/7, 2/9), Matteo Santucci 16 (1/1, 4/7), Jacopo Balanzoni 15 (6/8, 0/1), Franko Bushati 14 (2/4, 2/7), Duilio Birindelli 6 (3/7, 0/1), Balsa Jokic 0 (0/0, 0/0), Mauro Marchioli 0 (0/0, 0/0), Matteo Neri 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Taddeo 0 (0/0, 0/0), Lazar Vujic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 38 10 + 28 (Jacopo Balanzoni 9) – Assist: 15 (Franko Bushati 6)