B2/F: L’Alba Volley espugna Cuneo 3-0 e fa suo il derby

0
394
L'esultanza albese (Foto Ideawebtv)

Vince e prosegue il proprio campionato nella parte nobile della classifica di B2 (in attesa del recupero dell’8 dicembre) L’Alba Volley che si impone con un 3-0 sul campo di Cuneo Grada Volley, aggiudicandosi il proprio primo derby stagionale: tre punti preziosi, contro un’avversaria che può, se in fiducia, creare grattacapi (al di là della classifica) per le biancoblu di coach Stefano Sassi, le quali hanno avuto il merito, nei primi due set, di uscire fuori con la propria esperienza, e anche qualità, nei momenti che contavano di più e sui palloni più pesanti da mettere a terra. Si arrende la giovanissima formazione di Petrelli, con il rimpianto di non aver portato a casa qualcosina di più o, perlomeno, un match più lungo, considerando la lotta, persa solo ai vantaggi del primo gioco.

Albesi che, così, balzano a quota 14 con la possibilità, mercoledì contro l’Involley, di inserisi a pieno titolo nella corsa d’alta classifica, prima di un altro derby, quello di sabato prossimo, al PalaCentroStorico, contro Savigliano.

SESTETTO CUNEO

Mangano al palleggio, opposto Fabbrini; in mezzo Basso e Ulligini, schiacciatrici Cattaneo e Montabone, libero Sposetti.

SESTETTO ALBA

Bonifazi in regia, opposto Parise; centrali Testi e Piarulli ; in banda Barbero e Formenti; libero Chiarot.

PRIMO SET

Dopo un avvio in equilibrio, il primo tentativo di scatto è bianconero: due attacchi di fila da posto-4 di Montabone, è 6-4. Ospiti che restano a contatto e, con pazienza, trovano il primo sorpasso: Parise pareggia a 10, Testi in primo tempo fa 10-11. Ace di Testi è 12-13. Mini-break cuneese, impreziosito da un ace di Basso: sul 15-13 coach Sassi chiama il primo time out del match. Entra in gara Parise che guida un nuovo contro-sorpasso: prima risolvendo uno scambio faticoso poi con l’ace del 16-17. Il muro a uno di Basso su Parise scuote l’Ex Media 4, per il 19-19. Cuneo, sospinta sempre da Montabone, va sul 22-20, prima di essere raggiunta e superata, in un finale di scambi concitati: le “Gattine” annullano un set ball e portano il gioco ai vantaggi (24-24). La spunta L’Alba Volley (che ha dovuto anche difendere una palla set): l’errore di Fabbrini vale il 26-28.

SECONDO SET

Ospiti che iniziano forte, 0-3. Padrone di casa in difficoltà: Formento attacca e poi colpisce con l’ace, 2-7. Petrelli resiste alla tentazione di chiamare time out e Cuneo risale la china, sfruttando anche qualche errore avversario: il muro di Mangano e l’errore di Testi firmano il 7-7 dopo un parziale di 5-0. Ace di Fabbrini e altro super muro di Mangano, è 9-7. Basso vince il duello a rete con Bonifazi, sul 10-7 coach Sassi è costretto a fermare il gioco. Al rientro in campo la palleggiatrice ex Cuneo e LPM ferma l’emorragia con una zampata, interrompendo il lungo turno di servizio di Fabbrini (10-8). Montabone e compagne, comunque in fiducia: ace di Basso, 13-9. Cuneo Granda Volley che continua a premere, il muro resta un fattore così come le giocate di Montabone e Cattaneo: dall’altra parte Parise prova a tenere sulle proprie spalle l’attacco biancoblu, suo il -2, suo il punto che vale la parità a 19. L’Alba Volley viene fuori alla distanza: sul 21-23 Formenti risolve uno scambio chiave e regasla tre set point alle langarole: chiude subito l’ace di Parise (21-25 e 0-2).

TERZO SET

Cuneo reagisce e parte forte (7-3) prima di subire un break che vanifica lo scatto iniziale: Bonifazi a muro mette a terra il 7-8. Squadra di Petrelli che fatica sul turno di servizio dell’ex Parise, sul 9-12 arriva la richiesta di time out. Inerzia che resta da parte biancoblu: ricezione che resta complicata, Formenti mura facile (9-13). Cuneo Granda che, però, prova a restare aggrappata alla partita: Giuliano e Montabone con l’ace riportano sotto le locali (12-13). L’attacco incrociato fuori di Barbero ristabilisce la parità (13-13). Il momentum cuneese si ferma sul più bello: contro-break albese, 13-17 e time out Petrelli. Sul 13-18 il tecnico bianconero ci prova con l’ingresso di Battistino e Testa. L’Alba Volley vede il traguardo, ma l’ace della stessa Testa consiglia Sassi a fermare precuzionalmente il gioco (16-20). Niente da fare, le albesi scappano senza essere più riprese: Parise consegna 8 match ball, al secondo la gara va agli archivi (18-25 e 0-3).