Calcio a 5 – Serie A2: Elledì Fossano, che colpo! Dalla L84 ecco Daniele Cerbone

0
109

Primo innesto, di assoluto valore, per l’Elledì Fossano nel mercato di riparazione. La società del presidente Fabrizio Rocca e del presidente onorario e direttore sportivo Dario Lamberti ha annunciato di aver acquisito le prestazioni sportive del pivot Daniele Cerbone. Il giocatore indosserà la maglia numero 9.

Nato a Torino, l’11 gennaio 1995, Daniele è cresciuto nel vivaio del Top Five per poi passare alla L84, con cui ha giocato per 5 stagioni consecutive (2 anni di B e 3 di A2) e raggiunto il massimo campionato nazionale. Cerbone, nel periodo delle giovanili, ha attirato l’attenzione dei selezionatori delle rappresentative, vestendo la maglia del Piemonte-Valle d’Aosta per ben 4 volte (2 volte capitano).

Il pivot ventiseienne è stato uno degli assoluti protagonisti della storica promozione in A della L84, annata che ha visto i neroverdi protagonisti anche nella Final Eight di Coppa Italia. Nell’ultima stagione di A2 ha realizzato 17 reti (miglior marcatore dei torinesi), mostrando le sue grandi capacità in fase di finalizzazione. Il giocatore di origini napoletane raggiunge la Elledì Fossano dopo aver disputato la prima parte di stagione con la L84 in Serie A.

Dalle sue prime parole in maglia gialloblù emergono determinazione, entusiasmo e consapevolezza: “Sono molto felice di rappresentare questa ambiziosa società che mi ha voluto fortemente, in primis con il presidente onorario e direttore sportivo Dario Lamberti, e ho tanta voglia di fare bene” – continua – “l’Elledí, passo dopo passo, sta crescendo e io voglio dare il mio contributo, mettendomi a disposizione per permettere questa crescita”.

Daniele conosce bene il girone che andrà ad affrontare e le sue difficoltà: “Cercherò, con i miei nuovi compagni, di puntare più in alto possibile per continuare a disputare un torneo di qualità. Non sarà facile perché ci sono diverse squadre di alto livello, ma con l’entusiasmo e il lavoro con mister Giuliano sono sicuro che diremo la nostra!”.

c.s.