CUNEO VERSO IL VOTO – Un caffè con… Massimo Garnero (VIDEOINTERVISTA)

0
249

Massimo Garnero, classe 1964, imprenditore e capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune di Cuneo. Lo incontriamo davanti a un caffè per fare un bilancio di questi 5 anni d’opposizione in consiglio comunale, conoscere le proposte del centro-destra e continuare quel percorso che IDEAWEBTV ha intrapreso, in vista delle prossime elezioni amministrative.

Un’occasione per capire come si stanno preparando i partiti in questa epoca post-covid e per approfondire i temi di attualità, ma in maniera informale, come quando si fanno “due chiacchiere al bar” tra amici.

Con Garnero abbiamo cercato di definire il profilo del candidato di centro-destra e ha sottolineato l’intenzione è quella di far entrare altre liste civiche nella coalizione. il capogruppo di FDI denuncia la mancanza di sicurezza in città, il problema dell’area della stazione e del Movimento e ricorda che l’opposizione aveva lanciato la proposta del Daspo urbano. La perdita dopo decine di anni della Grande fiera d’estate passata a Savigliano. Le frazioni vicine, ma distanti dall’altopiano a causa della carenza delle infrastrutture. Cuneo è la terza isola d’Italia ma senza mare. E’ complicatissimo arrivare e percorrere le strade della Granda ha spiegato Garnero: “le  Grandi opere come l’autostrada Cuneo-Asti non terminata, le ferrovie carenti e arretrate, la variante di Demonte e i problemi di collegamento del Colle della Maddalena sono solo alcuni esempi dell’arretratezza del capoluogo”. “Essendo Borgna anche presidente della Provincia, con questo doppio ruolo avrebbe dovuto incidere maggiormente per sbloccare tutte queste situazioni che rendono critiche le viabilità cuneesi”.