Caraglio è pronta: presentata la 18ª edizione di Aj a Caraj (FOTO e VIDEO)

Appuntamento domenica 21 novembre, con la novità della prima Sagra della Bagna Caöda presso il Pellerin

0
343

“L’oro bianco” torna protagonista a Caraglio. Si avvicina, con grande fermento, la diciottesima edizione di “Aj a Caraj”, la tradizionale fiera dedicata al prodotto tipico del comune cuneese, l’aglio. L’evento è stato presentato oggi pomeriggio (12 novembre) presso la cascina dei produttori Nadia Marchiò e Ornella Ferrero, con l’allestimento di uno splendido set a tema, dominato, ovviamente, dall’aglio.

L’EDIZIONE 2021 – Aj a Caraj si svolgerà domenica 21 novembre e sarà caratterizzato, in primis, dai prodotti locali. Dalle 9 alle 18, in Via Roma e le sue piazza, in programma la mostra mercato, l’artigianato ed il mercatino dei bambini; dalle 10 alle 18, inoltre, lo scultore Barbabriciu, comporrà in diretta alcune opere con la sua motosega.

LA NOVITA’ – La grande novità è la prima edizione della Sagra della Bagna Caöda, presso il Pellerin, con la degustazione del piatto tipico del Piemonte preparato con acciughe, olio e aglio, su due turni, dalle 12 alle 14.30 (su prenotazione con obbligo di green pass). Proprio la Bagna Caöda è stata la pietanza cucinata “live” durante la conferenza stampa di lancio della kermesse, messa in tavola dallo chef Eugenio Manzone del Ristorante Il Portichetto di Caraglio.

L’aglio per Caraglio è un’eccellenza e, come sindaco, sono orgogliosa di questo momento ed attendiamo con piacere questa sagra – così il primo cittadino Paola Falco – . Grazie alla Pro Loco ed a tutti coloro che stanno dando l’anima per far sì che i nostri prodotti locali siano valorizzati, con un incremento turistico ed economico“. Sottolinea Mattia Pellegrino, presidente della Pro Loco di Caraglio: “Siamo felici di questa diciottesima sagra: dopo un anno di stop forzato siamo di nuovo qua, motivati e presenti. Con la novità della sagra della Bagna Caöda, che ha già riscosso un ottimo successo di prenotazioni“.

Da soli non si costruisce nulla. Grazie alla sinergia abbiamo organizzato il tutto, con lo sforzo di Comune, Pro Loco, produttori: speriamo sarà un successo, sarà una fiera mangerecca, con la Bagna Caöda che unirà tutti” ha commentato la Presidente del Consorzio Aglio di Caraglio Debora Garino.

Alla presentazione hanno partecipato enti ed istituzioni. La Deputata Monica Ciaburro, i Consiglieri Regionali Paolo Demarchi e Matteo Gagliasso, Fondazione CRC, Confagricoltura, Slow Food. E, naturalmente, l’ATL del Cuneese, con il presidente Mauro Bernardi: “Torna l’aglio di Caraglio, un’eccellenza del nostro territorio che ruota attorno ad un consorzio nato alcuni anni fa e che oggi riesce ad impiegare decine di famiglie attorno a questa produzione tipica e riconosciuta da tutti. E presentiamo la fiera qui, in cascina, dove viene prodotto, a raccontare l’esperienza di questo aglio“.

Aj a Caraj è organizzato grazie al sostegno di Regione Piemonte, ATL del Cuneese, Confraternita dell’Aglio, Consorzio dell’Aglio di Caraglio, UNPLI Piemonte, Banca di Caraglio.