Mondovì riparte con gusto: da “Peccati di Gola” a “Cavoli Tuoi”

0
176

La Città di Mondovì riparte con gusto e dal gusto. L’enogastronomia al centro delle manifestazioni caratteristiche dell’autunno monregalese, grazie alla promozione delle eccellenze del territorio ed al coinvolgimento dei cinque sensi nei vari percorsi degustativi, caratterizzati da esperienze all’aria aperta come le passeggiate alla scoperta del ‘Bosco della Nova’, polmone verde sulla collina del Monte regale, ed i ‘Peccati di Gola on Tour’ nelle aziende locali. Posta in archivio l’edizione 2021 di “Peccati di Gola & XXIII Fiera Regionale del Tartufo”, la prima firmata dall’associazione La Funicolare, pochi giorni concessi per fare bilanci ed è già tempo di conto alla rovescia per un nuovo appuntamento con la tradizione: domenica 14 novembre spazio al mercato orto-culturale di “Cavoli Tuoi”, nato dalla storica Fiera di San Martino.

«Nonostante la pioggia – dichiara Mattia Germone, presidente ‘La Funicolare’ -, possiamo ritenerci ampiamente soddisfatti per la partecipazione di pubblico a 360°, non solo in visita agli stand di aziende enogastronomiche ed alle bancarelle dei produttori locali ma anche alle numerose proposte collaterali, dai laboratori al tour nelle aziende, passando per le visite ai musei ed ai tesori architettonici della Città di Mondovì. I numeri confortano e sostengono la nuova impostazione, grande richiamo hanno avuto le Osterie di piazza Ferrero, così come l’Enoteca di piazza Santa Maria Maggiore. Grazie all’allestimento aereo, i centri storici di Breo e Piazza hanno accolto i turisti con un fil rouge di grande impatto visivo ed emozionale. Forti di questo successo ripartiamo con entusiasmo per l’organizzazione di ‘Cavoli Tuoi’ e degli eventi natalizi con tante importanti novità».

«È stato un successo di pubblico, nonostante il tempo inclemente – dichiarano Paolo Adriano e Luca Olivieri, sindaco e vicesindaco della Città di Mondovì -. Un ulteriore tassello della ripartenza della nostra città, a conferma dei dati turistici in crescita e un ottimo auspicio per gli eventi del futuro, a partire da ‘MondovìVola’. Desideriamo ringraziare tutti coloro i quali hanno collaborato alla organizzazione della manifestazione: la sinergia dimostrata in questi giorni è il migliore messaggio che ci lascia questa edizione di ‘Peccati di Gola’. Una Mondovì ricca di manifestazioni (la già citata ‘MondovìVola’, il mapping sulla Torre del Belvedere organizzato dalla Fondazione CRC), alcune delle quali ci sorprenderanno nella stagione invernale, ci consente di guardare con fiducia al futuro. A questo proposito vogliamo rivolgere la gratitudine dell’Amministrazione ad As.Com Monregalese, all’Associazione ‘La Funicolare’ ed ai singoli titolari degli esercizi commerciali cittadini che hanno mantenuto aperti i negozi anche nelle giornate festive».

I numeri di Peccati di Gola sono rilevanti: 120 espositori nelle diverse aree espositive, oltre cinquanta partecipanti alle visite di PDG on Tour, oltre otto mila i passaggi in funicolare durante i tre giorni di manifestazione, oltre 5000 mq di strutture montate, tantissime degustazioni e 2000 oggetti appesi per l’allestimento aereo. Riscontri positivi che danno ulteriore slancio all’organizzazione di ‘Cavoli Tuoi’ dopo la sospensione dell’edizione 2020.

Domenica 14 novembre il salotto barocco di piazza Maggiore ospiterà i più rinomati prodotti ortofrutticoli del Piemonte, a partire dal porro di Cervere sino ai presidi Slow Food del cardo gobbo di Nizza Monferrato, del fagiolo di Badalucco, della piattella canavesana, della rapa di Caprauna e del peperone di Carmagnola, passando per le mele della Garzegna e della Valle Bronda, i nashi di Piozzo, le patate della Bisalta, le carote di San Rocco Castagnaretta. Tra le bancarelle anche produttori di derivati, marmellate e miele. Un’occasione particolare, unica, per poter confrontare ed apprezzare sapori e fragranze di varietà diverse.

A partire dalle ore 12,30 sarà inoltre possibile degustare le tradizionali zuppe del territorio: il menù prevede il minestrone di trippe, por e coj, la cisrà di Dogliani, la zuppa di ceci di Nucetto, la vellutata di zucca di Piozzo, fagioli con le cotiche di Bagnasco, crauti e cotechini e, per finire, frittelle e strudel di mele della Garzegna (De.Co.). Antiche ricette, riunite per l’occasione, per poter deliziare e riscaldare i palati dei visitatori, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino Dogliani DOCG.

c.s.