Dai prodotti del territorio alla solidarietà Un programma che sa sempre stupire

anche quest’anno la kermesse dedicata al “tuber magnatum pico” mette a disposizione del pubblico un calendario di eventi estremamente ricco

0
86

Fine settimana denso di appuntamenti per la 91a Fiera Inter­na­zionale del Tartufo Bian­­co d’Alba. Sabato 30 ottobre, uno degli eventi da cerchiare in rosso è sicuramente “Barolo en primeur”, la grande gara di beneficenza per progetti di utilità sociale legata a 15 barrique ancora in affinamento promossa presso il Ca­stello di Grinzane Cavour dalla Fon­dazione Crc e dalla Fon­da­zione Crc Donare, in collaborazione con il Con­sor­zio di Tutela Ba­rolo Barba­resco Alba Lan­ghe e Dogliani. Sempre sabato 30, alle 11, in Sala Beppe Fe­noglio, ad Alba, è in programma lo show cooking di Matias Per­domo (già protagonista do­mani, venerdì 29 ottobre, alle 19,30, nel Teatro Sociale, con la Cena Insolita), per la rassegna Foo­dies Mo­ments. Alle 15, sempre in Sala Beppe Fenoglio, è prevista una nuova iniziativa del­l’“Atelier della pasta”. Alle 18, in Sala Fe­no­glio, sarà la volta dello chef Flavio Costa. Sabato 30 e do­menica 31 ottobre e lunedì 1o novembre, dalle 10 alle 19, in piazza Ri­sor­gi­mento e in via Cavour, spazio ai prodotti tipici del territorio protagonisti della rassegna “Lan­ghe e Roero in piazza… con la Granda”. Do­menica 31 ottobre e lunedì 1o novembre, in Sala Fenoglio, i Laboratori del Gusto celebreranno la nocciola del­l’Al­ta Langa. Domenica 31 ot­tobre, alle 11, in Sala Fe­noglio, Creative Moments con lo chef Morten Kleve; alle 18, sarà di nuovo la volta dei Foodies Moments con lo chef Andrea Larossa. Lunedì 1o no­vembre, altri appuntamenti della rassegna Foodies Mo­ments, in Sala Fenoglio: alle 11, sarà impegnato lo chef Ivano Ric­che­bono, alle 18 lo chef Federico Belluco. Dalle 10 alle 12,30, presso la pertinenza del Ca­stello di Roddi, si svolgerà il corso di cucina curato dallo chef Flavio Costa. Sarà inoltre possibile partecipare alle visite guidate “Alba industriale” e visitare le mostre “Badly Bu­ried” presso il Palazzo Re Re­bau­dengo, a Guarene, “Roe­ro è” nella Chiesa della San­tissima Annunziata di Guarene e “Na­tu­ra esuberante” nella Chiesa di San Giuseppe di Alba, oltre a “Cuneo Provincia Fu­tu­ra” della Fondazione Crc, a “Piero Si­mondo. Laboratorio, Si­­tua­zio­ne, Esperimento” nella Chie­sa di San Domenico e l’e­spo­si­zio­ne che celebra il ge­nio di Burri in Fondazione Fer­rero e in Banca d’Alba. In­fine, imperdibili, ad Alba,  il Mer­cato Mon­­diale del Tartufo e Al­ba­Qua­lità nel cortile della Mad­dalena, Truf­fle Bim­bi, il Mercato della Terra Slow Food, gli eventi del Museo Diocesano, i concerti di “Music on the bus” e quelli in San Giu­seppe e le visite di Alba Sot­terranea; a Roddi, “Ec­cel­lenze del Pie­mon­te in vetrina”.