“A Bra la sinistra si conferma oscurantista”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la nota di Fratelli d'Italia braidese dopo l'ultimo Consiglio Comunale

0
283

Ieri sera a Bra in Consiglio Comunale si è discusso dei gravi fatti accaduti a Roma lo scorso 9 ottobre, degenerati nell’assalto alla sede della Cgil. Come al solito, la volontà della compagine braidese di sinistra e’ stata quella di presentare un testo di mozione “blindato”, non emendabile al fine, vecchia storia, di far credere che ci sia qualcuno, anche in questo Consiglio Comunale, disposto a non condannare fatti violenti con matrice ideologica.  In realtà è vero l’esatto contrario!

La minoranza ha presentato ben due proposte in cui, con sensibilità diverse, si chiedeva ripetutamente al resto del Consiglio di poter condividere un testo in cui, oltre a solidarizzare con la Cgil e le Forze dell’Ordine, fosse chiara la condanna di ogni tipo di azione violenta ed eversiva, essendo inoltre anche noi non sfavorevoli alla richiesta della maggioranza di scioglimento di Partiti e organizzazioni (ad es. Forza Nuova), qualora il Governo o la Magistratura decidessero di farlo, cosa ad oggi non avvenuta.

Il Consigliere di Fratelli d’Italia, Annalisa Genta, ha addirittura proposto nel testo i punti principali della recente Risoluzione del Parlamento Europeo in cui si riconosce il valore assoluto della memoria condivisa sugli avvenimenti tragici del passato, anche per costruire la resilienza alle moderne minacce. Ma tutto questo a Bra non viene per nulla considerato, gli oscurantisti esponenti di sinistra dell’amministrazione cittadina (in primis l’ex Sindaco e il Presidente del Consiglio Comunale) si sono immediatamente dichiarati, senza prendersi il tempo necessario per un approfondimento, contrari ad ogni ipotesi di modifica, prefererendo continuare con la solita retorica, il solito atteggiamento irrispettoso e divisivo, il consueto tentativo livoroso di dividere “il mondo” tra buoni e cattivi. Peccato!

Continuando con l’intolleranza, di chi si finge democratico, si perdono le occasioni per confronti costruttivi e per le corrette condivisioni sui temi più delicati.
Noi andiamo avanti fieri dei nostri valori, cercando di far sì che la libertà di pensiero e di arbitrio rimangano sovrani e consentano a tutti di fare, su ogni tipo di accadimento, le opportune valutazioni e considerazioni.

Fratelli d’Italia Bra.