LPM Bam Mondovì-Catania 3-0, coach Solforati: “Importanti i tre punti e la prestazione”

0
84
matteo solforati mondovì

Vittoria di qualità per la LPM Bam Mondovì. La formazione di coach Matteo Solforati ha ottenuto la prima vittoria per 3-0 della stagione contro Catania. Per le “Pumine” una settimana corta in vista della prossima partita: la trasferta di Vicenza prevede la partita sabato, fischio di inizio alle 17.00.

Proprio coach Solforati ha commentato per noi la partita:

“Era importante portare a casa i tre punti. Avevamo fatto due tie-break e in questa partita in casa era fondamentale. I tre punti sono arrivati, con una prestazione convincente: a parte il primo set, dove abbiamo sofferto l’aggressività di Catania e un filo di tensione nostra, abbiamo sempre avuto la partita in pugno. 

Sicuramente è stata una buona prova, con qualche individualità che ha spiccato come Taborelli e Molinaro. Sono anche contento dell’apporto della panchina, che contribuisce sempre. Ad esempio Trevisan nel primo set ha fatto un ingresso fondamentale che ci ha consentito di recuperare lo svantaggio. Giubilato ha fatto il suo primo punto dell’anno in battuta e si fa sempre trovare pronta. Sono importantissime anche le altre ragazze che finora hanno avuto meno spazio ma ci sarà tempo e modo anche per loro di dimostrare il loro valore. 

Adesso abbiamo un piccolo tour de force con Vicenza sabato, infrasettimanale e domenica. Per fortuna due partite su tre sono in casa e saranno partite fondamentali, da affrontare nel giusto modo e sarà un banco di prova per vedere quale grado di maturità stiamo raggiungendo. È importante vedere miglioramenti partita dopo partita e imporre il nostro gioco in ogni situazione. È vero che tutte le partite sembrano abbordabili ma è altrettanto vero che ogni settimana vediamo dei risultati contro pronostico. Sappiamo benissimo che tutte le partite vanno giocate nella stessa maniera . Sarà importante dal punto di vista della maturità, della solidità mentale e dell’approccio alla gara vedere a che punto siamo.”