“Sostenibilità incrociate” alla 91ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

0
152
(foto di repertorio di Bruno Murialdo)

Personaggi del mondo dello spettacolo, artisti, chef e personaggi di spicco del mondo del business si confronteranno tra loro, protagonisti di un ciclo di incontri gratuiti aperti al pubblico: è il cuore della 91ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, che venerdì 29, sabato 30 e domenica 31 ottobre promuove “Sostenibilità incrociate”, presso il Teatro Sociale “G. Busca” di Alba. Qui, mondi apparentemente distanti si incontreranno – moderati dal narratore gastronomico Paolo Vizzari – contaminandosi in un continuo rimando tra globale e locale, con il filo conduttore dei tre assi della sostenibilità, intesa nella sua accezione ambientale, ma declinata anche lungo le direttrici sociali ed economiche.

La visibilità mediatica internazionale raggiunta dalla Fiera, nata per valorizzare il Tartufo Bianco d’Alba, un prodotto naturale, frutto della terra, ha stimolato la progettazione di un nuovo corso della manifestazione. I tempi sono maturi per questa svolta culturale, che mira a inserire l’evento albese tra i “game changer” sui temi del cambiamento climatico e della sostenibilità.

Partendo dall’ambito della ristorazione e dai prodotti agroalimentari d’eccellenza, i più vicini alle abituali attività della Fiera, prenderà avvio il dialogo con l’alta finanza, con il mondo dell’innovazione digitale, con l’artigianato d’eccellenza e l’alta moda, l’arte e la musica, il design e la cultura: tutti settori che negli ultimi anni hanno visto insorgere una rivoluzione umanitaria e morale senza precedenti, che lascia oggi una scia positiva di intenzioni e direzioni in grado di far sperare in un futuro migliore.

Questo il programma dettagliato:
VENERDÌ 29 OTTOBRE – Teatro Sociale G. Busca, Sala “M. Torta Morolin”

Ore 17.00 – Anteprima “L’estetica sostenibile”
Samuel Romano, cantautore
Marco Rainò, architetto

SABATO 30 OTTOBRE – Teatro Sociale G. Busca, Sala “M. Torta Morolin”

Ore 10.00 – “La sostenibilità umana e virtuale”
Norbert Niederkofler, Chef tre stelle Michelin, una stella Michelin verde, del Ristorante St. Hubertus di San Cassiano
Luba Manolova, Director Business Group Lead – Microsoft 365/Modern Work & Security, Marketing & Operations

Ore 15.00 – “Dietro ai numeri: come la finanza cambia volto e si fa sostenibile”
Andrea Viganò, Chairman & CEO di BlackRock
Fabrizio Palenzona, dirigente d’azienda, banchiere e politico italiano

Ore 17.00 – “La sostenibilità del ricordo”
Valerio Berruti, Artista
Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

DOMENICA 31 OTTOBRE – Teatro Sociale G. Busca, Sala “M. Torta Morolin”

Ore 11.00 – “La sostenibilità allargata”
Charley Vezza, Direttore Artistico di Gufram
Fabio Novembre, Architetto, Designer
Davide Oldani, Chef due stelle Michelin, una stella Michelin verde, del Ristorante D’O di Cornaredo
Saturnino Celani, Musicista

Ore 15.00 – “La sostenibilità sociale”
Paolo Zegna, CEO Ermenegildo Zegna Group
Stefano Borromeo, CEO Galup

Ore 16.30 – “La sostenibilità apparente”
La Pina, conduttrice radiofonica di Radio Deejay
Aristide Artusio, Presidente Witt Italia

Ore 18.30 – “La sostenibilità delle destinazioni”
Liliana Allena, Presidente Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba
Stefano Mosca, Direttore Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba
Roberto Cerrato, Direttore del Sito Unesco dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato
Fernanda Roggero, Giornalista Sole 24 Ore

L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria (www.fieradeltartufo.org/sostenibilita-incrociate/).

c.s.