Lo smog è un’autentica minaccia

Gli animali domestici, respirando l’aria a un’altezza da terra piuttosto bassa, sono particolarmente esposti ai rischi collegati alla diffusione di emissioni nocive e polveri sottili. Per contenere le conseguenze, il consiglio è di accompagnarli a passeggio in aree verdi o comunque poco urbanizzate, spazzolare il loro pelo di frequente ed evitare che respirino fumo di sigaretta

0
96

Viviamo un’epoca caratterizzata da importanti cambiamenti climatici. Lo smog è da molti anni uno dei principali e più preoccupanti problemi delle nostre città. Da tempo tutte le amministrazioni locali cercano di adottare misure contenitive per limitarne i pesanti danni, suggerendo comportamenti responsabili nell’uso e nella manutenzione dei mezzi di trasporto privati e degli impianti di riscaldamento domestici.

Così come avviene per i bambini, anche cani e gatti, respirando l’aria a un’altezza dal suolo più bassa, sono maggiormente esposti ai danni procurati dallo smog, dalle sostanze nocive emesse dai tubi di scappamento delle auto e dalle tanto dannose polveri sottili.

Tutti questi elementi sono una reale e costante minaccia per la salute dei nostri animali domestici. È dunque importante che tutti ci impegniamo per ridurre, per quanto possibile, il rischio che contraggano patologie le­gate all’apparato respiratorio, malattie polmonari, tumori, ma anche asma, anemie e intossicazioni di varia natura.

In concreto, cosa si può fare per ridurre i danni? Innanzitutto, è consigliabile accompagnare i nostri amici a quattro zampe in luoghi aperti e immersi nel verde, piuttosto che farli passeggiare a ridosso di strade, fabbricati e impianti industriali dove il rischio di inalare sostanze inquinanti di diversa natura è decisamente maggiore. Fortunatamente ai nostri animali da compagnia piace molto leccarsi il pelo. Abitudine utile per favorire la loro pulizia, oltre che passatempo simpatico, questo comportamento può permetterci di aiutarli a proteggersi: può infatti essere utile spazzolarli frequentemente per rimuovere polveri sottili e particolati dannosi che si depositano facilmente sul loro pelo quando li portiamo a spasso nel verde sia delle città che delle campagne.

Non va poi dimenticato che il fumo di sigaretta è dannoso e nuoce gravemente alla salute dei nostri amici a quattro zampe; se inalato quotidianamente, può originare linfomi nei gatti e tumori nasali nei cani.

Molte ricerche hanno ripetutamente evidenziato come i cani di fumatori dimostrino di sviluppare forme tumorali in percentuali di gran lunga superiori rispetto ai loro stessi padroni, poiché le sostanze dannose non possono essere filtrate in nessuno modo dal loro apparato respiratorio cosa che, invece, avviene per l’uomo, limitandone in parte i dan­ni. Ricordiamo, infine, che è sempre molto importante, a titolo preventivo, una visita periodica dal medico veterinario, che saprà spiegare e fugare dubbi su eventuali malattie legate all’inquinamento da smog, le modalità e la frequenza dei lavaggi con opportuni e delicati detergenti consigliando i giusti comportamenti da adottare per difendere la salute dei nostri fe­deli amici.

Dottor Emilio Bosio, Ordine dei Medici Veterinari di Cuneo