«Con Elisa e Marta l’Atl del Cuneese rafforza una collaborazione d’oro»

Bernardi: «Grazie alle due atlete per averci regalato autentiche emozioni!»

0
143

Si potrebbe dire “una collaborazione d’oro”, quella che lega le campionesse Elisa Balsamo e Marta Bassino con l’Atl del Cuneese, l’ente del turismo presieduto da Mauro Bernardi che in tempi non sospetti, ha individuato le due atlete come testimonial promozionali. La prima in rappresentanza del cicloturismo in provincia di Cuneo, la seconda racconta le opportunità dell’attività outdoor nelle nostre vallate.
Entrambe infatti sentono e vivono con piacere il naturale attaccamento alla loro terra d’origine e credono nella valorizzazione del territorio. La recente vittoria del titolo mondiale da parte di Elisa Balsamo inoltre, pone un ulteriore sigillo al Cuneese, terra vocata all’outdoor dove entrambe le campionesse hanno affrontato i primi allenamenti e le prime gare: chi in sella, chi sugli sci.

Possiamo presidente Ber­nar­di sostenere che il progetto di promozione turistica dell’Atl ha pienamente centrato l’o­biettivo, portando anche fortuna ad entrambe le atlete cuneesi…
«Il recentissimo titolo di campionessa del mondo di Elisa Balsamo ci rende estremamente orgogliosi. Abbiamo esultato, così come a marzo lo abbiamo fatto per il titolo di Marta. Ci siamo affidati a due fuoriclasse dello sport cuneese che rappresentano le due stagioni turistiche più importanti per l’outdoor della Granda: l’estate e l’inverno. Il volto di Marta Bassino ci ha aiutati e ci aiuterà a far conoscere e riconoscere la nostra amata terra in Italia e all’estero, così come Elisa sarà la nostra am­basciatrice del cicloturismo. La nostra terra ha ospitato in più occasioni il Giro d’Italia e il Tour de France e ogni anno propone eventi ciclistici di prim’ordine, quali ad esempio la Granfondo La Fausto Coppi – Officine Mattio. La morfologia del nostro territorio rappresenta un buon campo di allenamento per tutti gli amanti dello sport e dell’outdoor: dai cicloturisti agli estimatori delle salite montane più ardite, qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta!».

Non si può certo dimenticare anche il grande evento che avete organizzato, all’aperto e in sicurezza, per suggellare la partnership con Marta ed Elisa…

«Il ricordo di quella serata di giugno è indelebile. Alle porte dell’estate, l’Atl del Cuneese ha organizzato in piazza Ex Foro Boario a Cuneo due grandi eventi. Con la “Serata bici e campioni” di inizio giugno abbiamo siglato la nuova collaborazione tra l’Atl ed Elisa Balsamo. Una serata che ha coinvolto i grandi nomi del ciclismo italiano e che ci ha permesso di presentare ufficialmente la nostra nuova testimonial. Il giorno successivo, sempre di fronte alla sede dell’Atl a Cuneo abbiamo accolto i tanti tifosi di Marta Bassino per festeggiare la Coppa del Mondo che non avevamo avuto modo di celebrare nel mese di marzo, a causa delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid. L’evento è stato senza dubbio un’occasione per la città e per tutti gli appassionati per conoscere meglio Marta, le sue sfide, le sue vittorie e i progetti futuri. Una sportiva che si è raccontata grazie all’intervista condotta magistralmente dal campione e commentatore te­levisivo Paolo De Chiesa, gradito ospite della nostra Atl».

I successi sono frutto di talento, sacrifici, impegno e dedizione. E le due campionesse, certamente lo sanno. Quanto in queste caratteristiche c’è lo spirito di noi cuneesi? E quale ruolo ha giocato a suo giudizio la fortuna di essere campionesse nate proprio in questa nostra Granda?
«Chi pratica attività agonistica ad alti livelli è conscio di quanto la dedizione possa trasformare uno sportivo in un campione. Forza di volontà, passione, programmazione sono solo alcune delle doti necessarie per conseguire grandi risultati. E oggi rileggendo i risultati delle nostre Elisa e Marta, a distanza di alcuni mesi da quella presentazione ufficiale, non posso che rallegrarmi del recente risultato
ottenuto. La nostra fuoriclasse peveragnese, a soli 23 anni ha vinto in Belgio i Mondiali di ciclismo. E non posso non sottolineare le sue prime affermazioni sul podio, testimonianza del valore umano, prima che sportivo: “Sono senza parole, è un sogno, le mie compagne di squadra sono state fantastiche”. Dopo aver vinto i mondiali Junior a Doha nel 2016 ed essersi laureata campionessa europea di pista nel 2020, ecco un altro grandissimo risultato che porta Elisa e il Cuneese sul tetto del mondo. Marta invece, in primavera ha conquistato la sua prima Coppa del Mondo di specialità. Lo ha fatto con una prova d’anticipo rispetto al calendario, regolando i conti con le avversarie e gestendo la propria prestazione con abilità tecnica, concentrazione massima, fiato sospeso e quella dose di abilità che le è servita a mettere le mani sul trofeo. Adesso si appresta ad una nuova stagione sulle più importanti piste del mondo: insieme la seguiremo e faremo il tifo per lei».

Possiamo concludere affermando, presidente Bernardi, che Elisa e Marta rappresentano il volto giovane, dinamico ed energico del territorio cuneese?
«Assolutamente sì. Sono senza dubbio l’espressione frizzante e vincente e ben rappresentano la nuova immagine dell’outdoor in provincia di Cuneo. Non ci resta che sostenerle, perché con la loro spontaneità e preparazione rendono magica, attrattiva e positiva la comunicazione promozionale di questo nostro territorio. Grazie Elisa e Marta per averci regalato queste importanti emozioni! Siamo pronti a continuare ad entusiasmarci, sapendo che i vostri successi sportivi sono da stimolo per continuare a vincere anche sul fronte dell’accoglienza internazionale!».