Cianciotta e Catania in festa: l’Italia Under 21 è campione del Mondo!

Il classe 2001 del VBC Synergy Mondovì eletto miglior centrale della manifestazione

0
159

Primo, storico trionfo ai Campionati del Mondo Under 21 per la nazionale italiana, vincitrice della medaglia d’oro nella finale contro la Russia 3-0 (25-19, 25-22, 25-20).

Dopo quattro finali perse (1985 Milano, 1991 Il Cairo, 1993 Rosario, 2019 Manama) Rinaldi e compagni hanno spezzato la maledizione, andandosi a prendere l’unico titolo giovanile che ancora mancava nella bacheca della Fipav. Il tutto nell’anno in cui anche l’Under 2020 femminile ha conquistato la medaglia d’Oro mondiale: un’altra straordinaria doppietta per il volley tricolore, dopo quella delle nazionali azzurre seniores ai Campionati Europei.

Con la vittoria di ieri salgono a 18 le medaglie conquistate in questa categoria dell’Italia: 11 ai Campionati Europei e 7 medaglie nei Campionati del Mondo. A distanza di due anni questo gruppo, che nel 2019 ottenne la medaglia d’oro nei Campionati del Mondo Under 19 in Tunisia, battendo in finale proprio la Russia, si è confermata al vertice della pallavolo mondiale. Sul gradino più basso del podio è salita Polonia, che nella finale 3°-4° posto si è imposta con il punteggio di 3-0 (25-16, 25-14, 25-19) contro l’Argentina.

A fare festa, anche due “cuneesi”: Nicola Cianciotta, attuale centrale della VBC Synergy Mondovì, eletto miglior centrale della manifestazione, e Damiano Catania, ex libero del Cuneo Volley.

I premi individuali conquistati dalla squadra italiana: Nicola Cianciotta (Miglior centrale), Luca Porro (Miglior palleggiatore), Tommaso Rinaldi (Miglior schiacciatore), Alessandro Michieletto (MVP).

Tabellino: Italia – Russia 3-0 (25-19, 25-22, 25-20)

ITALIA: Crosato 6, Porro 1, Michieletto 18, Cianciotta 4, Stefani 11, Rinaldi 11, Catania (L).
Ferrato, Gottardo. N.e: Comparoni, Schiro, Magalini. All. Frigoni
RUSSIA: Kurbanov 11, Brazhniuk 4, Murashko 15, Dineykin 8, Romanovskii 4, Vyshnikov, Fedorov (L). Anoshko 1,
Kazachenkov, Iutsevich, Morozov. N.e: Ionov. All. Mikhail
Arbitri: Choi (KOR) e Carbajal Mozzo (URU)