Dall’incontro con Mattarella al titolo italiano di sci nautico

0
92

Paolo Giovanni Demarchi Albengo na­sce a Cuneo nel 1968; si diploma al Li­ceo Scientifico Peano del capoluogo cuneese nel 1987 e si laurea in Giu­risprudenza all’Università di Torino nel 1991. Viene nominato magistrato ordinario con decreto ministeriale dell’11 aprile 1995 e svolge il tirocinio presso la Corte d’Appello di Torino. Dal 1996 al 1999 svolge le funzioni di pretore ad Alba e Bra e, poi, di giudice del relativo tribunale. Dal 1999 al 2011 è giudice presso il Tribunale di Mondovì. Dal 2007 al 2011 svolge anche le funzioni di referente per la formazione decentrata del Csm. Il 20 gennaio 2011 viene no­minato consigliere della Corte Su­pre­ma di Cassazione, dove svolge le funzioni di legittimità prima presso la quinta sezione penale (fino al 2016) e poi presso la Terza Sezione Civile. Il 31 gen­­naio 2014 è nominato presidente della Commissione Nazionale dei Rac­comandatari Marittimi, istituita presso il Ministero dei Trasporti. Il 18 febbraio 2015 è nominato componente della com­missione di studio incaricata di elaborare proposte di interventi di ricognizione e riordino della disciplina delle procedure concorsuali. Il 10 febbraio 2016 riceve dal Csm la nomina a componente supplente della Commissione Censuaria centrale. Il 16 maggio 2016 prende servizio come giudice tributario alla Commissione Regionale di Genova.
Il 29 luglio 2016 il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura gli conferisce le funzioni direttive giudicanti di primo grado e delibera il trasferimento al Tri­bunale di Cuneo, con funzioni di presidente, dove prende servizio il 19 ottobre dello stesso anno. Il 5 ottobre 2017 viene nominato dal Ministro della Giu­stizia componente della com­mis­sione di studio incaricata di elaborare gli schemi di decreto legislativo in vista dell’approvazione del disegno di legge delega per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza. Il 27 luglio 2019 viene nominato presidente del Comitato di Sorveglianza del Gruppo Ilva in amministrazione straor­dinaria dal Ministro dello Sviluppo Eco­nomico. È stato professore a contratto di Diritto Concorsuale presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, nonché docente di Diritto Civile presso la Scuola di Specializzazione per le Pro­fessioni Legali di Torino. È stato più volte docente in master di specializzazione post-uni­versitaria a Milano. Ha svolto stage, corsi di approfondimento e interscambi, anche in qualità di formatore per il Consiglio Superiore della Ma­gistratura, di livello nazionale e internazionale. È sta­­to componente di diverse commissioni nazionali di studio del­l’Anm e ha contribuito alla redazione di numerose riviste giuridiche, collaborando anche con il quotidiano La Stampa, per la sezione “Tuttoscienze”. È autore di oltre 100 pubblicazioni.