Promozione: il Carignano ribalta il Busca e passa il turno (VIDEO)

0
452

Il Carignano la ribalta e passa il turno. Contro un Busca all’insegna del turnover, tra assenze e spazio alla linea verde, i torinesi vincono 2-0 al “Berardo” e volano ai sedicesimi di finale di Coppa Italia di Promozione, dopo l’1-0 per i grigi dell’andata.

Turnover e gioventù sono i due sostantivi che accomunano gli undici inizialmente in campo. I due tecnici puntano sulle rotazioni, dando spazio a chi non lo ha trovato nella prima uscita di campionato. Ne è la dimostrazione la presenza del duo Lanzavecchia-Peano, 41 anni in due, nell’attacco del Busca, che aggiunge anche i due 2003 Montaldo e Samake a centrocampo.

Qualche esperto in più per mister Serra, che schiera comunque in campo il suo Carignano con due classe 2000, un 2001 e un 2003.

La prima metà di gara si gioca su ritmi molto intensi, ma le emozioni latitano. Il Busca, in particolare, trova molto spazio in ripartenza, grazie alla velocità dei suoi due giovani attaccanti, ma fatica a rendersi realmente pericoloso negli ultimi 16 metri.

La prima “emozione” al 28’ è in realtà una nota negativa per i padroni di casa: dopo un contrasto, Delpiano resta a terra ed ha la peggio, non riuscendo a proseguire. Al suo posto, dentro il 2003 Ceccarini, con Bersano dirottato dalla corsia di destra al centro della difesa con Demaria.

Serve una giocata d’autore per sbloccarla, e questa arriva. È il 43’ quando il Carignano conquista una bella punizione dal limite con Fiorillo. Va proprio il numero 10, che indovina il tiro della serata e la mette all’incrocio, con Giuliano che non ci può arrivare.

Un gol che scuote il Busca, che ci prova ancora prima del duplice fischio ma sfiora il doppio svantaggio, quando Becchis colpisce il palo in girata, proprio un istante prima che il direttore di gara mandi le squadre negli spogliatoi.

Si apre la ripresa e gli ospiti ipotecano subito il passaggio del turno: è il 4’ quando sugli sviluppi di un angolo da destra di Meitre, con la palla diretta verso lo specchio, viene deviato nella propria porta da Montaldo.

Segue un’ampia girandola di cambi, con gli schemi che saltano e ritmi che si fanno confusionari. Da segnalare, solo un gol annullato a Barbero per fuorigioco, attorno al 35’. Al triplice fischio, il Carignano fa festa e vola ai sedicesimi di finale.

Busca-Carignano 0-2

Reti: 43’pt Fiorillo (C), 4’st aut. Montaldo (B)

Busca (4-3-1-2): Giuliano; Bersano (1’st Arrò), Demaria (1’st Bressi), Delpiano (28’pt Ceccarini), Rinaudo O.;  Viola (20’st Dutto F.), Samake, Montaldo; Dutto S.; Lanzavecchia, Peano. Allenatore: Delfino.

Carignano (4-3-1-2): Gioacas R.; Mouississa, Moschini, Sanarico, Gioacas S.; Destefanis, Schiavone (20’st Bassoli), Caputo (17’st Usai); Fiorillo (27’st Randazzo); Becchis (7’st Barbero), Meitre (35’st Bosio). Allenatore: Serra.

Ammoniti: Moschini (C), Usai (C)