Borgo San Dalmazzo, sabato 25 settembre apertura serale e visite guidate a “Memo4345”

0
152
Memo4345

MEMO4345 è il nuovo percorso multimediale storico-didattico che dà voce al Memoriale della Deportazione di Borgo San Dalmazzo. I visitatori, guidati alla conoscenza e alla riflessione sugli elementi essenziali della Shoah in Europa, potranno approfondire la storia dei 357 ebrei (334 stranieri, 23 italiani) deportati ad Auschwitz dal campo di detenzione attivo in città tra il settembre 1943 e il febbraio 1944. 

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, oltre alle visite guidate in programma ogni fine settimana (partenza visite alle ore 10.30, 14.30 e 16.30), sabato 25 settembre MEMO4345 propone un’apertura serale straordinaria con partenza della visita guidata alle ore 20.30. Un modo questo per avvicinare alla nuova realtà museale cuneese anche i più giovani. MEMO4345 è infatti uno spazio per conoscere, capire, ricordare e interrogarsi dedicato soprattutto a loro.

A Borgo San Dalmazzo e nelle valli che vi confluiscono è passata, tra l’8 settembre 1943 e la Liberazione, la storia europea della persecuzione antiebraica della prima metà del Novecento, sotto forma di persone le cui vite hanno coinvolto le vite degli abitanti di questi luoghi.

L’allestimento dedicato a questo delicato periodo storico si trova all’interno della ex Chiesa di Sant’Anna, a lato del Memoriale della Deportazione, a pochi passi dalla stazione ferroviaria dalla quale partirono i convogli verso i campi di sterminio nazisti.

Le prenotazioni per le visite guidate possono essere effettuate presso l’Ufficio Turistico IAT di Borgo San Dalmazzo (Tel. +39 0171 266 080 – dal mercoledì al venerdì, ore 08.30-12.30 e 14.30-17.30 / sabato e domenica ore 09.30-12.30) o via mail scrivendo a info@memo4345.it