Icardi a Cuneo: “L’ospedale resta centrale per la Granda” (VIDEO)

L'assessore regionale ha illustrato, insieme al direttore dell'Azienda Ospedaliera Elide Azzan, gli interventi in programma per migliorare il servizio del nosocomio

0
256

“Sono qui per stemperare le polemiche che non hanno ragione di esistere e per ribadire la centralità dell’ospedale di Cuneo come hub provinciale”. Così l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Genesio Icardi ha esordito durante la conferenza stampa che si è tenuta nella sede amministrativa dell’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo per illustrare gli interventi in programma per migliorare i servizi del nosocomio cuneese, di tipo strutturale, tecnologico e in termini di assunzione di nuovo personale.

Sono stati ricordati, dal direttore dell’Azienda Ospedaliera Elide Azzan, gli interventi di adeguamento o rinnovo delle strutture già terminati nei mesi scorsi, con la consegna, a giugno, dei lavori della nuova area di degenza di Cardiologia e UTIC e le due nuove sale di Cardiologia interventistica con due nuovi angiografi. Per quanto riguarda l’ammodernamento tecnologico, ad agosto è stata installata la TAC 128 banchi in Radiodiagnostica e sono in corso di esecuzione il posizionamento del nuovo mammografo digitale (che sarà in funzione dal 4 ottobre), la nuova piastra endoscopica, pronta entro l’anno, così come la nuova centrale dei gas medicali presso il Carle, mentre il nuovo impianto di dialisi sarà ultimato nei primi mesi del 2022. Il Piano Arcuri porterà inoltre 15 posti letto di terapia intensiva entro fine anno e 18 di semi-intensiva entro l’8 febbraio prossimo.

Sul fronte delle assunzioni, prossimamente saranno bandite le selezioni per i primariati di Cardiochirurgia, Neurologia e Radiodiagnostica per arrivare alle nomine entro metà gennaio; seguiranno in primavera le selezioni per Chirurgia Generale, Psichiatria, Pneumologia, Direzione Sanitaria di Presidio, seguiti da Dietetica e Nutrizione Clinica e Geriatria. E’ stata inoltre attivata la procedura concorsuale per infermiere, ostetrica e fisioterapista.

Ecco le parole di Icardi e di Azzan.