“Il Mondo senza Confini”: campo formativo a Sant’Anna di Vinadio

Percorso formativo interculturale per italiani e immigrati

0
315
(foto di repertorio)

A Sant’Anna di Vinadio prende il via venerdì 27 agosto, per terminare domenica 29, un Campo formativo intitolato “Il Mondo senza Confini”, con la partecipazione di un centinaio di persone, per lo più giovani, metà italiani e altrettanti stranieri.

Lo scopo del Campo è di offrire un’occasione speciale di integrazione fra cittadini di diversa origine, ma anche di far conoscere a tante persone, arrivate nel nostro territorio da paesi lontani, la nostra storia e le nostre tradizioni. Ci saranno momenti dedicati all’arte e alla cultura di questi luoghi, alla nostre usanze culinarie, a flora e fauna e anche alle danze occitane.

Sono previste due camminate in montagna, di diversa difficoltà, guidate da persone preparate. Si potranno assaggiare piatti tradizionali come la “bagna cauda” e la polenta “concia”, essi stessi frutto di incontro e integrazione tra prodotti di provenienze diverse (le acciughe giunte dal mare, o il mais dall’America Latina).

Sabato pomeriggio momenti di musica occitana intervallati anche da uno spettacolo del senegalese Mohamed Ba sulla fratellanza, per sottolineare l’importanza della conoscenza reciproca, la quale dà la possibilità di arricchimento per tutti. Non si tratta di fare del sincretismo, anzi, ognuno dovrebbe riscoprire e studiare le proprie origini, per avere delle certezze, delle sicurezze per andare incontro agli altri senza paure. Si tratta di vivere la situazione del cambiamento in atto nella nostra società in modo intelligente, costruendo dei ponti, per una convivenza pacifica e rispettosa, specialmente pensando al futuro, partendo dai valori della nostra Costituzione

Verrà anche proiettato il docufilm dell’Anolf Cuneo “Siamo qui da vent’anni” (regista Sandro Bozzolo) nel quale si documenta l’apporto di alcune comunità di origine straniera per diverse produzioni eccellenti della Provincia di Cuneo. E il tutto sarò intervallato da momenti di svago, di gioco e di arte magica.

La domenica mattina una tavola rotonda con alcuni temi importanti:
– Convivenza e costruzione di una società inclusiva e rispettosa, anche dell’ambiente
– La fratellanza universale e collaborazione fra religioni diverse,
– La Costituzione Italiana ed il suo significato
– Siamo in Europa
– Testimonianze di esperienze significative
Fra i relatori Maria Teresa Milano, Carlo Pertusati, Cristina Crisci, Roger Davico.
Non mancheranno anche momenti, per chi vorrà, di preghiera in comune e per Comunità di Fede, tenendo conto delle diverse religioni professate dai partecipanti.

Il tutto rientra in un progetto “FAMI” europeo, gestito dall’Agenzia Formativa INFOR-ELEA, con la collaborazione di altri enti e università, ma soprattutto sostenuto dalla generosità di tanti volontari.

Le associazioni promotrici: ANOLF Cuneo, A Cuore Aperto, ASBARL, Assalam, Azione Cattolica Fossano, Associazione India, Ass. Donne Africane NEHANEN, Sport senza Barriere, Comunità Papa Giovanni XXIII, Movimento dei Focolari. Con il contributo della Fondazione CRC.

cs