Sant’Albano: approvato il rendiconto della gestione per l’esercizio 2020

Nelle entrate del 2021 l’addizione Irpef e la nuova IMU non sono stati ritoccati al ribasso

0
218

Ieri sera si è svolto il Consiglio Comunale a Sant’Albano in sessione straordinaria. Cinque i punti all’ordine del giorno. Dopo aver letto i verbali della seduta precedente e votati all’unanimità, si è passati al punto successivo: rendiconto della gestione per l’esercizio 2020. Il rendiconto ha un avanzo di amministrazione di circa 334 mila euro. La minoranza si è astenuta.

Nel terzo punto si è trattato della variazione numero 8 dell’assestamento di bilancio 2021-2023. Questo punto fa riferimento alla salvaguardia degli equilibri di bilancio e quindi dell’assestamento di bilancio generale; nelle entrate del 2021 l’addizione Irpef e la nuova IMU non sono stati ritoccati al ribasso, c’è un’agevolazione della TARI per le categorie interessate che sono state chiuse in parte o del tutto, per via dell’emergenza sanitaria; quindi nelle casse del comune è arrivato un contributo di circa 11 mila euro. Sono arrivati anche 6 mila euro circa per i centri estivi. A seguito dell’assestamento generale, il bilancio pareggia in circa 3 milioni di euro. La minoranza si astiene. Il quarto punto, la salvaguardia degli equilibri di bilancio, accompagna il punto precedente; la minoranza vota contraria.

Nell’ultimo punto si tratta del DUPS 2022-2024. Il DUPS è già stato approvato dalla giunta; ad oggi sono in corso azioni necessarie per sostituire il tecnico e la ragioniera e l’Amministrazione, per l’anno 2021, ritiene di non programmare ulteriori assunzioni. Nel prossimo triennio continueranno i lavori pubblici programmati nel DUP pari o superiori ad un costo di 100 mila euro come il ponte di Via Trinità, la messa in sicurezza della scuola dell’Infanzia e impianto di illuminazione pubblica. La minoranza si astiene.