Roccaforte Mondovì, grande successo per la manifestazione “Grazielle in fuga”

0
287
grazielle in fuga

La prima edizione dell’evento “Grazielle in fuga”, svoltasi a Roccaforte Mondovì,  è stata un autentico successo. Oltre 80 ciclisti hanno sfrecciato per le vie del paese in direzione Prea, portando tanta voglia di divertirsi e passare insieme un momento di sport. Un evento in grado di richiamare chiunque, bambini e adulti, e che ha visto la partecipazione di “mezzi” molto speciali: bici monomarcia, tandem, tandem a 3 posti, ma anche bici normali, monocicli e una macchina a pedali.

“L’obiettivo della giornata era creare un evento che potesse, da un lato, riprendere una storica gara Roccaforte – Prea che si svolgeva già negli anni ’80, dall’altro, tralasciare l’aspetto competitivo per aprire a tutti la possibilità di passare una domenica di sport in buona compagnia. Siamo stati molto soddisfatti, dopo mesi di astinenza causa covid, di aver riportato un po’ di festa per il nostro paese”

La manifestazione, nata dalla collaborazione tra Consulta Giovanile e circolo Acli Amici di Prea, con il supporto del gruppo locale degli Alpini, si è conclusa con il pranzo lungo le vie della frazione occitana, nel pieno rispetto delle normative anti-covid e una premiazione goliardica di alcuni partecipanti.

Di seguito, la lista dei premiati:

  • Premio “Graziella più in fuga” ad Alessandro Ponzo e amici, una Graziella da modificare e riportare come trofeo il prossimo anno, per avere interpretato al meglio il tema dell’evento;
  • premio “Datti una calmata” a Matteo Blangero, la coppa e la camomilla per il primo arrivato di “Grazielle in fuga”;
  • premio “Ciclista più in erba” a Boglio Francesco, un barattolo con le caramelle per il ciclista più giovane;
  • premio “Ciclista con più esperienza” a Pietro Angelo Baracco, un barattolo con pastina per il corridore più anziano;
  • premio “Date n’andi” a Sara Rovere e famiglia, pianta di peperoncino per l’ultima posizione;
  • premio “Standard” a Giorgia Chionetti, stelline e oggetti vari per modificare la bici troppo normale;
  • premio “7 camicie” a Lorenzo Mamino, una borraccia per la fatica fatta a usare un tandem da solo.