Alto contrasto | Aumenta dimensione carattere | Leggi il testo dell'articolo
Home Attualità Sant’Albano: presentata la nuova Cappella di Sant’Antonio da Padova

Sant’Albano: presentata la nuova Cappella di Sant’Antonio da Padova

L'inaugurazione della cappella sarà domenica 20 giugno alle 10

0
107

Questo pomeriggio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova cappella di Sant’Antonio a Sant’Albano. Alla conferenza erano presenti il Sindaco Giorgio Bozzano, l’Assessore dell’Unione del Fossanese Roberto Salvatore, l’architetto Michele Bossio, il sovrintendente Gian Battista Garbarino e Carla Palazzo dell’associazione “Atelier Kadalù”; inoltre c’era anche il Presidente dell’Unione e Sindaco di Bene Vagienna Claudio Ambrogio insieme all’Assessore alla cultura Damiano Beccaria.

Oggi si è tenuta la presentazione della mostra che si terrà nell’ex cappella di Sant’Antonio da Padova, ma il giorno clou sarà domenica 20 giugno quando alle ore 10 quando ci sarà l’inaugurazione a tutti gli effetti.

“Ringrazio la Compagnia San Paolo di Torino, la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, la Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano, alle Terre dei Savoia e al Banca di Credito di Casalgrasso di Sant’Albano Stura che avevano finanziato la prima mostra fotografica – dice il Sindaco Bozzano – Ringrazio, non per ultimo, anche l’Unione del Fossanese col Presidente Ambrogio, l’Assessore Beccaria e l’Assessore Roberto Salvatore. Quest’ultimo ci ha permesso di ottenere fondi europei, fondi indispensabili alla realizzazione dell’opera”.

“Questo è un momento di soddisfazione anche personale – dice l’Assessore dell’Unione del Fossanese Roberto Salvatore” – Dopo tanti anni questo è un grande traguardo per l’Unione, il più importante; questi soldi sono stati spesi molto bene sul nostro territorio, in questo caso a Sant’Albano. Prima c’è stata un’idea, un progetto con la prima Amministrazione Bozzano che ci ha creduto veramente. A realizzare questo progetto abbiamo avuto anche molta fortuna, perché abbiamo avuto di fronte molti professionisti che sapevano cosa fare. Ringrazio anche Michele Bossio perché c’erano molti paletti per i fondi europei e questo progetto è stato molto apprezzato a livello europeo. Tutto questo è un bene per il territorio perché si collega col Museo Civico di Cuneo”.

“Questo era un fabbricato utilizzato dalla Telecom ed era diventato un locale tecnico– spiega l’architetto Michele Bossio – Siamo riusciti a recuperarlo. E’ un locale molto piccolo (50/60 metri quadrati). All’interno ci sono dei video che spiegano l’origine di questo progetto. Il manufatto è della seconda metà del ‘700. Questo è un intervento di un progetto più vasto, ovvero di progetti che sono collegati tra di loro, insieme alla collaborazione del Museo Civico di Cuneo”.

“La nostra è un’attività di tutela – spiega il sovrintendente Gian Battista Garbarino che sostituisce il Sovrintendente SABAP Luisa Papotti – Dallo scavo della necropoli longobarda sono emerse molte tematiche tra cui la metodologia della ricerca e delle scavo. Questo non è un doppione rispetto a quello che si può trovare al Museo di Cuneo, anzi lo integra alla perfezione”.

“Accoglieremo i turisti all’arrivo – spiega Carla Palazzo dell’associazione Atelier Kadalù – Ci sarà un sistema di prenotazione, anche durante la settimana, per tutti sia gruppi di persone che per le scuole. Bisognerà dare 10 giorni di preavviso prenotando sul sito [email protected]”.

Infine un saluto veloce arriva da parte del Presidente dell’Unione Claudio Ambrogio: “Mi complimento col Sindaco Bozzano e anche coi tecnici perché dietro c’è tanta burocrazia e solo loro sanno quanto può essere difficile. Ringrazio anche il Sindaco di Cuneo perché Cuneo poteva essere capofila di questo progetto, invece lo siamo noi”.

La Cappella rimarrà aperta dal 20 giugno fino a domenica 1 agosto; dopo una breve interruzione, riaprirà sabato 28 agosto (festa patronale di Sant’Albano) e rimarrà aperta fino al primo novembre, giorno dei santi.

 

BaNNER
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial