Eccellenza: l’Olmo rimanda la festa dell’Asti, a San Rocco Castagnaretta è 1-1

0
409

Nella nona giornata del campionato di giornata di Eccellenza piemontese girone B l’Olmo di mister Magliano con un pareggio per 1-1 rallenta la corsa dell’Asti. I galletti ancora imbattuti in campionato speravano di festeggiare la promozione in serie D sul sintetico di San Rocco Castagnaretta. Per l’occasione l’allenatore ospite Montanarelli schiera in campo un 4-3-3, mentre il tecnico di casa si affida al 4-4-2 e  la sua squadra scende in campo con la seconda divisa nera della prossima stagione riportante già il logo del F.C. Cuneo dopo l’ufficializzazione della fusione avvenuta lo scorso maggio.

La partita si dimostra subito vivace e al quarto d’ora Campana deve allontanare un cross di Picone con una mano, ma la palla termina tra i piedi di Plado. L’11 biancorosso però non inquadra la porta e calcia a lato. Gli ospiti insistono e due minuti dopo Picone si rende pericoloso con una gran botta da fuori  ma Campana, costretto agli straordinari, sfodera la sua esperienza respingendo con una gran parata.

Il match è molto fisico, i giocatori lottano su tutti i palloni e l’arbitro è costretto a fischiare diversi falli. Al minuto 36 la squadra ospite ottiene una punizione dal limite e alla battuta si presenta Bandirola. L’occasione è ghiotta ma la palla calciata dal numero 9 esce di un soffio dando l’illusione ai presenti.

La seconda frazione di gara si apre con una clamorosa palla-gol sprecata da Masoello che da pochi passi calcia alto a porta semivuota. I padroni di casa rispondono al 52’ con tirocross del classe 2003 Costa che sfiora l’incrocio dei pali. L’Olmo non demorde: continua ad attaccare e pochi minuti dopo Brustolin è costretto a mezza uscita dai pali per respingere il pallone, ma in un contrasto rimane a terra e la sfera carambola sul destro di Angeli che insacca senza esitare il gol del vantaggio.

Per l’Asti la gara si complica e accusa il colpo: la formazione di casa infatti cerca il raddoppio. Mister Montanarelli effettua alcuni cambi, inserendo prima Piana per Bandirola e poi Kerroumi al posto di Plado.

Al 78’ Campana è provvidenziale e con una doppia parata salva il risultato in favore dei  padroni di casa.  Pochi istanti dopo però Bottasso commette e un fallo da cui scaturisce una punizione per l’Asti dalla tre quarti. E’ uno schema che porta bomber Piana entrato in campo da poco a mettere in rete la palla e a riportare la gara in parità.

La squadra ospite cerca il tutto per tutto nei minuti finali in cerca del gol per assicurarsi la promozione in serie D, ma la difesa dell’Olmo neutralizza il tentativo di assedio e la partita termina in parità dopo un lungo recupero.

OLMO-ASTI  1-1

Reti: 55′ Angeli, 79′ Piana

OLMO: Campana, Biasotti, Costa, Biondi, Bottasso, Nasta, Dalmasso G., Magnaldi D., Gazzera, Dalmasso A., Angeli. All.: Magliano.

ASTI: Brustolin, Marchetti, Ottone, Lanfranco, Di Savino, Ciletta, Picone, Toma, Bandirola, Masoello, Plado. All.: Montanarelli.

ARBITRO: Gian Piero Gatta di Sassari

ASSISTENTI: Paolo Fumagallo di Novara e Samuele Flagetonte di Novara