Presentata la Maglia della Fausto Coppi Officine Mattio 2021: un omaggio al grande Eddy Merckx

0
223
Da sinistra Giovanni Monge Roffarello, Emma Mana, Davide Lauro, Aleassandra Cappellotto (Foto Danilo Ninotto)

La maglia della granfondo internazionale La Fausto Coppi Officine Mattio, da 33 edizioni, è un simbolo portato con orgoglio dai tanti partecipanti all’evento cuneese, che quest’anno partirà il 27 giugno dalla centrale piazza Galimberti.

Ieri 4 giugno, durante la serata in piazza Ex Foro Boario a Cuneo, “Bici e Campioni” – organizzata sotto l’egida dell’Atl Cuneese – è stata anche svelata la maglia ufficiale dell’edizione 2021 de La Fausto Coppi Officine Mattio.

L’evento, che ha celebrato grandi campioni del ciclismo di oggi e di ieri, era inoltre propedeutico a dare il benvenuto alla 32^ edizione del Giro d’Italia Donne, che quest’anno partirà da Fossano (CN). Ha anche celebrato la nomina della campionessa di ciclismo Elisa Balsamo quale testimonial della Granda nel mondo.

I campioni di ciclismo Alessandra Cappellotto, Francesco Moser (che fu al via della prima edizione della granfondo internazionale), Claudio Chiappucci e la giovane promessa del team World Tour Astana- Premier Tech, Matteo Sobrero, oltre al commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani, si sono avvicendati sul palco, accompagnati dalla “voce” del Giro d’Italia Paolo Mei.

L’ASD Fausto Coppi on the road con il presidente Davide Lauro e la vice-presidente Emma Mana insieme a Giovanni Monge Roffarello, AD di Officine Mattio, main partner dell’evento, sono dunque fieri di presentare la livrea 2021, che verrà indossata in gara da tutti i partecipanti alla granfondo internazionale.

La Maglia della Fausto Coppi 2021 (Foto Danilo Ninotto)

La maglia della 33^ edizione della granfondo La Fausto Coppi Officine Mattio è caratterizzata da una grafica vintage, elegante, pulita e distintiva. Il colore, che richiama il Terra di Siena, si ispira a quello storico portato dal cannibale Eddy Merckx, quando correva con la Molteni.

Da notare il particolare sul cuore: l’iride che ricorda i titoli vinti dal Campionissimo Fausto Coppi, a cui la granfondo internazionale deve il nome.

Il capo è stato realizzato dalla nota azienda pisana Parentini Bike Wear. Fondata nel 1976, brand vincitore di svariati titoli ciclistici, Parentini realizza ancora oggi il 100% dei suoi capi, a mano, nei laboratori di Capanne, vicino a Pisa. La maglia della 33^ edizione della granfondo internazionale La Fausto Coppi Officine Mattio, come tradizione vuole è un capo di altissima qualità, che verrà incluso all’interno del pacco-gara.

Davide Lauro ed Emma Mana, rispettivamente Presidente e Vice-Presidente dell’ASD Fausto Coppi on the road: “Per la nostra maglia ci associamo da sempre a partner di prestigio, che diano internazionalità e valore a questo capo, tanto amato da una schiera incredibile di appassionati. È dunque per noi un onore collaborare con Parentini Bike Wear, i cui capi hanno accompagnato campioni del mondo e campioni olimpici alla vittoria”

Gianpaolo Parentini, Amministratore Delegato di Parentini Bike Wear: “E’ un vero piacere per noi, fornire le maglie ad una delle più prestigiose granfondo del panorama europeo. Il nostro è un ritorno nel mondo delle manifestazioni granfondistiche amatoriali ma anche un ritorno a La Fausto Coppi: infatti, avevamo già disegnato due delle iconiche maglie, quella Rosa de La Fausto Coppi 1994 e la maglia Gialla dell’evento 1995”.

Ad oggi sono oltre 1800 gli iscritti a La Fausto Coppi Officine Mattio, provenienti da 19 nazioni, tra cui ben 120 francesi e 90 olandesi. Il ciclista più lontano arriva dalla Colombia.

c.s.