Saluzzo, dal 28 maggio Re-Start: presentato il calendario (FOTO)

0
122

Presentato questa mattina, lunedì 17 maggio, il ricco calendario di eventi legato all’arte e alla cultura, reperibile sul sito Start Saluzzo

È bello rivedersi qui e stare insieme. Come molti sanno, lo scorso anno siamo riusciti ad andare in scena ugualmente ma non siamo riusciti a chiudere l’ultimo tassello della manifestazione. Appena potuto, abbiamo ricominciato a lavorare pensando al 2021 – dichiara Alberto Dellacrocealla ripartenza. In un tempo così complicato, secondo me è stato molto difficile sapersi emozionare o trovare le forti motivazioni per emozionarsi un tempo di chiusura, in un tempo in cui siamo anche stati lontani dai luoghi di aggregazione di socialità. Anche quest’anno farà da perno al tutto, la parola passione!“.

Anche il Sindaco di Saluzzo, Mauro Calderoni, palesa il suo entusiasmo e la sua soddisfazione, agli albori di una ripresa a tutti gli effetti: “Siamo quasi al colpo di inizio di una performance che può diventare straordinaria. In un  momento in cui tutti noi eravamo chiusi in casa, sono nati altri modi per fare cultura, per fare promozione della nostra città e dei nostri territori. Questo evento,  credo che sia riuscito molto bene. Speriamo di poterne cogliere gli aspetti positivi e propositivi come detto in premessa proprio a partire da questa ulteriore e nuova Re-Start. Io ringrazio tutti quelli che hanno dato una parte del proprio tempo e qualche idea per contribuire a creare una calendario molto ricco e di grande qualità. Godiamoci questo scorcio di fine maggio e giugno. Immaginiamo una Saluzzo invasa da saluzzesi e da visitatori che vengono da fuori, per una ripartenza all’insegna delle tradizioni più belle della nostra città, del nostro territorio e di una comunità che ha saputo rimanere coesa e che continua a guardare avanti con idee nuove”.

Anche la presidente della Fondazione Amleto Bertoni, Carlotta Giordano, ci tiene ad esprimere la propria realizzazione per uno dei primi eventi di carattere nazionale che si svolge in presenza: “Finalmente si riparte!. Gli scorsi mesi  il quadro pandemico ci ha giustamente imposto di fermarci di fronte a manifestazioni che erano già state organizzate. Con questo re-start abbiamo voglia di tornare ad occupare i luoghi della cultura che per troppo tempo sono stati chiusi. L’intento è quello che Saluzzo diventi un vero e proprio museo a cielo aperto. Start è solo il primo tassello di un grande cartellone di eventi. Il cartellone che prevedrà una promozione del nostro territorio a 360° e il perno saranno proprio i giovani la cultura e la voglia di socialità“.

Il curatore artistico della manifestazione Matteo Dispensa delinea le caratteristiche di Start. “Molti vedono in start una vetrina e per noi è già una bella vittoria, speriamo di uscirne migliori. Rivalorizzare il tessuto urbano attraverso l’intervento degli artigiani e uno degli obiettivi. Sono oltre 40 artigiani che hanno partecipato. Questo sta a delineare una voglia di ripartenza. Facciamo incontrare le persone!”. 

Tra i tanti eventi, Giuseppe Biasutti presenta una monografica intorno all’artista Andrea Nisbet, ed ancora, il vincitore della 43° edizione del Premio Matteo Olivero, Roberto Pugliese  si presenterà con il progetto “Sinestesia Eco”. Ci sarà una mostra di antiquariato curata da Franco Brancaccio, in uno spazio di grande fascino, la Castiglia, e non per ultimo sarà presente la mostra dell’Igav-art. con Alessandro Carrer.

Non solo Arte, Artigianato, Antiquariato. Saluzzo sarà costellato di musica, eventi, laboratori didattici, progetti partecipati volti a comporre un format per tutti per l’intera durata di Start.