La 2A della secondaria di primo grado di Barge vince il concorso “Stop allo spreco di cibo”

0
251

Collaborazione, voglia di approfondire nuove tematiche, sensibilità ambientale e tanto entusiasmo sono le parole chiave che hanno caratterizzato “Stop allo spreco di cibo”, il concorso promosso dal Consorzio SEA in collaborazione con le aziende Iren San Germano, Proteo e Egea Ambiente e rivolto alle classi delle scuole medie del territorio consortile, che dovevano realizzare una presentazione in Power point o un video della durata massima di 3 minuti, finalizzato alla sensibilizzazione sulla problematica dello spreco del cibo.

Viste le limitazioni imposte dall’emergenza Covid 19, la cerimonia di premiazione si è svolta online sulla piattaforma Zoom e ha visto aggiudicarsi il primo premio la classe 2A della scuola secondaria di primo grado di Barge. Alla cerimonia ha presenziato il Presidente del Consorzio SEA, Fulvio Rubiolo, l’Assessore al Commercio e attività produttive del Comune di Barge, Bruno Franco e la dirigente della scuola di Paesana Maia Angela Aimone.

La presentazione power point realizzata dai ragazzi della 2A, intitolata “Stop allo spreco di cibo” e incentrata sulla proposta di alcune ricette realizzate con avanzi di prodotti alimentari destinati alla pattumiera, si è meritata il primo posto “per aver sperimentato concretamente la tematica dello spreco di cibo”. La classe si è aggiudicata anche un premio di 1500 euro in buoni spendibili in materiale o attività a scopo didattico.

Finiscono sull’ideale podio del concorso anche la classe 3A della scuola secondaria di primo grado di Bagnolo, con la presentazione “Lo spreco del cibo” che le è valsa la piazza d’onore e un buono di 1000 euro. Medaglia di bronzo per la 1B della scuola secondaria di primo grado di Paesana, che con il video “Stop allo spreco – stop CO2” si è aggiudicata un buono da 500 euro. Menzioni speciali per la 1A, 2A, 2C, 3C, sempre della scuola secondaria di primo grado di Bagnolo.

A designare i vincitori è stata una giuria composta dai rappresentanti dello CSEA e della cooperativa ERICA, che ha curato l’organizzazione del concorso. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto educativo della campagna di comunicazione.

Fulvio Rubiolo, Presidente del Consorzio SEA, nel tracciare un bilancio dell’iniziativa, non nasconde la soddisfazione: “Nonostante le inevitabili difficoltà che il mondo della scuola sta affrontando in questo periodo complesso, la risposta degli studenti, delle insegnanti e dei vari istituti è stata ancora una volta importante in termini numerici e di qualità. Quindi a tutti va un grande grazie per l’impegno e la partecipazione a questa iniziativa. Credo sia necessario non perdere di vista la necessità di creare una coscienza ambientale nelle nuove generazioni e con soddisfazione possiamo notare che il lavoro e gli investimenti compiuti negli ultimi anni dal Consorzio stia dando i frutti sperati. Questo ci stimola a continuare sulla strada intrapresa, consapevoli che sia quella giusta affinché le tematiche a noi care della sostenibilità ambientale siano sempre più diffuse”.

c.s.