VOLLEY C/F – VERSO LA 2ª FASE, Andrea Berra (El Gall): “Difficile rientrare in corsa, ma ci proviamo”

0
92

Tempo di ritornare in campo per le squadre di Serie C femminile di volley. Da domani, sabato 15 maggio, infatti, scatta la seconda fase: sei gare secche, che vedranno le squadre del girone B2 impegnate contro le squadre non affrontate del B1, per andare a comporre una classifica unica in vista della terza e decisiva fase.

Tra le cuneesi di vertice c’è anche il Sole di San Martino El Gall, al quale servirebbe, però, una quasi-impresa per poter arrivare al vertice.

Ne abbiamo parlato con coach Andrea Berra, che sottolinea quali intoppi hanno in parte frenato il lavoro langarolo in queste settimane: “In generale la squadra sta bene e continua ad allenarsi senza grossi inconvenienti, piccoli mali di stagione ma fortunatamente tutto sotto controllo. Ovviamente le 7 ragazze del gruppo che affronteranno la maturità hanno come preoccupazione principale di affrontare al meglio l’esame e sapere che minimo fino al 12 giugno saranno impegnate con la seconda fase, un po’ le preoccupa”.

Per il tecnico di El Gall, invece, ci sono poche speranze di classifica: “Questa programmazione della seconda fase non consente dei grossi recuperi di punti, la gara di sola andata, magari anche in trasferta è come una finale, se sbagli sei tagliato fuori. Credo che la classifica, a meno di improbabili stravolgimenti, continuerà a vedere Rivarolo e Savigliano ai primi due posti, quelli utili a potersi giocare i play off promozione. Chiaro è che noi faremo di tutto per provare a migliorare la classifica finale, è anche vero che pensare di recuperare 6 punti al Savigliano o 8 al Rivarolo è quasi impossibile”.

Il debutto sarà di fuoco, a Torino, in casa del Safa 2000, che precede proprio El Gall in classifica: “Si tratta di una squadra con ottime caratteristiche di attacco ma non solo. Sono un gruppo che ha fatto molto bene e che conosciamo poco, da neopromosse sono una novità assoluta. Proveremo a fare il massimo, come sempre, sapendo comunque che almeno la classifica dice che possiamo giocarcela. Per il resto reputo che le ragazze abbiano giocato una prima fase al massimo delle proprie capacità, ottenendo una seconda posizione che alla stesura dei gironi sembrava impossibile”.