VOLLEY C/M – VERSO LA 2ª FASE, Iemina (Mercatò Alba): “Non guarderemo troppo al risultato a causa della formula”

Il coach della formazione albese ha espresso le sue perplessità su una formula che limita troppo presto le possibilità di accesso ai play-off

0
193
roberto iemina
Credits: Pallavolo Alba

Sabato 15 maggio ricomincia, con la seconda fase, la Serie C maschile di pallavolo. Le squadre dei mini gironi B1 e B2 sono state inserite in un girone unico in cui si partirà con i punti ottenuti nella prima fase. Il calendario prevede sei partite contro le formazioni dell’altro mini girone.

La settimana di pausa è stata utile per discutere con gli allenatori delle squadre cuneesi di questa formula. Uno di loro è Roberto Iemina, coach della Mercatò Alba.

“Il giudizio generale sulla pool promozione dal mio punto di vista è critico.esordisce Roberto Iemina – La scelta di fare disputare la finale play-off solamente alla prima classificata di ogni girone non era attesa, in quanto ci si aspettava almeno di avere finali incrociate tra la prime e le seconde.

Ciò, subito per qualcuno o già entro la seconda giornata per quasi tutti, chiude la possibilità a tante squadre di sognare i play-off, non considera la possibilità di livellare l’eventuale disparità di valori tra i gironi iniziali e crea, in una stagione già difficile e lunga, una serie di gare a tutti gli effetti simili ad amichevoli seppur a caro prezzo per le società e a rischio, seppur minimo, di Covid.

Due gironi a 12 squadre che dopo due giornate diventano un affare a 4 per la promozione sinceramente non si era mai visto. Addirittura una squadra che per vari motivi nelle 2 fasi a gironi subirà una sola sconfitta non potrà avere possibilità di rifarsi. Si sa che i tempi sono ristretti, che starà ai tecnici trovare motivazioni e argomentazioni per le gare, che la priorità di questa stagione è quella di finire in qualche modo i campionati e di fare giocare ecc. ecc.

Il mio disappunto rimane perché il campionato considerato include anche la prestazione in quanto ci sarà un vincente con promozione quindi non sposa del tutto le considerazioni fatte prima. Cito Velasco quando dice che la sua famosa squadra non fu la squadra dei sogni ma una squadra che sogna.

Ecco il punto principale già espresso prima: si è chiusa a tante squadre, quasi tutte giovani, che avranno perso alla fine della prima fase e quella ad orologio solo 2-3 gare la possibilità di sognare e di allenarsi con questo spirito. Andare a spiegare ai giovani che questo è dovuto per cause di forza maggiore sarà molto difficile; per ora è per loro solamente una grande ingiustizia.

Quindi, qualche spunto sul percorso della sua squadra fin qui:

Per quando riguarda la Pallavolo Alba le considerazioni sono senza dubbio positive: solo due sconfitte nella prima fase, in un girone di qualità, contro una squadra esperta e attrezzata per il salto di categoria come il Racconigi sono un ottimo percorso inoltre le vittorie sono state conseguenza spesso di buone prestazioni singole e di squadra nonostante la giovane età del gruppo. Questo è un buon presupposto per essere protagonisti anche la prossima stagione.

Nella fase ad orologio, l’obiettivo per noi sarà confermare quanto di buono fatto ma anche dare spazio e valutare alcuni ragazzi per il prossimo anno. – conclude Roberto Iemina – Sarà quindi un mix di formazione e prestazione dove non guarderemo troppo al risultato purtroppo a causa della formula. Aspettatevi quindi impegno e agonismo possibilmente con bel gioco ma anche esperimenti, con primo obiettivo il divertimento come dovrebbe sempre essere.