Fondazione Artea riapre il Forte di Vinadio a visite e attività per le famiglie

0
296

Domenica 9 maggio la Fondazione Artea con il Comune di Vinadio riapre al pubblico il Forte Albertino. Dalle 10 alle 19, le visite e la fruizione dei percorsi saranno su prenotazione e strutturate nel rispetto dei protocolli anti Covid, con ingressi contingentati e ogni accorgimento a garanzia della sicurezza sanitaria di pubblico e personale.

L’offerta per la stagione 2021 comprende l’itinerario storico con visita guidata e i percorsi multimediali “Montagna in movimento” e “Messaggeri alati”. Rimangono temporaneamente chiusi i percorsi di realtà virtuale, mentre è sempre attiva l’applicazione disponibile gratuitamente per iOS e Android del gioco “La lettera perduta”. Sempre domenica, dalle 15 alle 17, si terrà il primo dei 6 appuntamenti “FORTEmente ECO”, il programma di attività per famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni a tema eco-friendly.

L’apertura del Forte proseguirà fino a ottobre con orari specifici per ciascun periodo. Diverse sono le opzioni di ingresso: “Montagna in movimento” e “Messaggeri alati” al costo di 7 euro intero e 5 ridotto, visita guidata al Forte a 6 euro intero e 4 ridotto, oppure il cumulativo dell’intera offerta a 10 euro intero e 8 ridotto. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a info@fortedivinadio.it, tel. 0171 949151 – 340 4962384 oppure consultare il sito www.fortedivinadio.com e www.fondazioneartea.org.

La fruizione, autonoma e individuale, degli allestimenti multimediali “Montagna in movimento” e “Messaggeri alati” segue un percorso obbligato, con partenza da Porta Francia e uscita da Porta Neraissa. Gli ingressi saranno contingentati, con l’accesso di non più di cinque persone ogni 10 minuti. I visitatori dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina e, nell’interazione con le superfici touch screen, igienizzare le mani.

Lungo il percorso è stata posizionata un’apposita segnaletica a terra per garantire il distanziamento, sono inoltre disponibili dispenser di gel disinfettante. Anche per le visite guidate alla scoperta della storia e dell’architettura del Forte sono stati adottati i dovuti accorgimenti: i gruppi partiranno a orari prestabiliti, saranno composti da non più di quindici persone per assicurare la distanza interpersonale di sicurezza e sarà obbligatorio indossare la mascherina.

Ogni domenica, per il mese di maggio, la partenza dei gruppi è programmata nei seguenti orari: 11.00, 14.00, 15.30 e 17.00. Da giugno: sabato, dalle 14.30 alle 19.00, domenica e festivi, dalle 10.00 alle 19.00. Completa l’offerta “La lettera perduta”, il gioco gratuito, scaricabile sul proprio smartphone con l’app Kurubik, che permette di compiere una divertente e appassionante avventura, basata su fatti storici realmente accaduti, che ha inizio nell’area del lago e prosegue nella parte bassa della fortezza. Per questa attività non sono previste particolari prescrizioni, se non quelle normalmente in vigore nei luoghi pubblici all’aperto.

Sempre domenica 9 maggio ci sarà anche il primo appuntamento FORTEmente ECO, il programma di educazione alla sostenibilità del Forte di Vinadio che invita, ogni seconda domenica del mese, famiglie e bambini dai 3 ai 10 anni alla scoperta di nuovi modi per essere ecologici, ridurre i consumi e agire nel rispetto dell’ambiente. Alle 15 è prevista una visita speciale al percorso “Montagna in movimento” seguita dalla lettura animata La leggenda del Monviso, una fantastica storia ambientata alla corte di Re Vesulo e della sua amata regina Besimauda, gli antichi regnanti delle nostre vallate; alle 16 il Forte propone ai suoi piccoli e grandi visitatori il laboratorio eco-friendly Il teatrino dei burattini con cui ricreare la magia del teatro attraverso divertenti marionette e materiali di riciclo. Il biglietto di 8,00 euro a bambino è comprensivo di ingresso al Forte, visita, laboratorio e materiali didattici. Prenotazione obbligatoria.

FORTEmente ECO fa parte delle attività e itinerari “Kids and Family” realizzati nell’ambito del progetto “Mammamia che Forte – Et Voilà!” finanziato della Fondazione CRC (Bando Musei da Vivere 2019-2020) che vede capofila il Comune di Vinadio, in partenariato con l’Unione Montana Valle Stura e la Fondazione Artea incaricata del coordinamento. Il progetto si rivolge al target delle famiglie italiane e francesi con bambini e si pone l’obiettivo di promuovere e rendere fruibili gli spazi museali del Forte attraverso l’attivazione di percorsi di visita a misura dei più piccoli e realizzare attività di animazione.

c.s.