Alto contrasto | Aumenta dimensione carattere | Leggi il testo dell'articolo
Home Articoli Rivista Idea Idrocentro è la scelta giusta per soluzioni su misura

Idrocentro è la scelta giusta per soluzioni su misura

Unica detrazione fiscale al 75%: ecco la novità!

0
237

Posticipare la data di scadenza per poter usufruire delle agevolazioni destinate al superbonus, ma anche un’aliquota unica del 75% per tutte le altre agevolazioni immobiliari quali il bonus ristrutturazione ma anche ecobonus e sisma bonus standard o bonus facciate. Sono queste le linee guida indicate dal Parlamento in attesa di conferma nel Pnrr, ovvero il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza.
«L’estensione Superbonus 110% per altri due anni sarebbe prevista indipendentemente dall’avvenuta realizzazione di percentuali di lavori nell’ultimo anno di vigenza dell’incentivo», sottolinea Antonio Cussino, titolare di Idrocentro, azienda che mette a disposizione i suoi oltre 45 anni di esperienza nel settore, garantendo alla clientela finale ed ai professionisti un servizio consulenziale completo. «Un provvedimento», ag­giunge, «che ha il fine di moltiplicare gli effetti positivi in termini di risparmio energetico annuo generato dagli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio privato e il team di collaboratori Idrocentro co­no­sce la fattibilità caso per caso, fornendo anche un’accurata valutazione degli interventi che rientrano appieno nel disposto legislativo. Siamo a tutti gli effetti il partner ideale per garantire l’ottenimento del mas­­simo beneficio, facendo dia­logare proficuamente risparmio energetico, finanziamento, e pratiche burocratiche. In questi processi ci proponiamo quale unico interlocutore in tut­te le fasi. La nostra professionalità, affiancata a un’esperienza e ad un continuo aggiornamento ci permette di stilare soluzioni sempre su misura per ciascun committente. Non solo: l’obiettivo è quello di semplificare le procedure, in particolare quelle che riguardano le verifiche delle regolarità urbanistiche degli edifici e delle singole unità immobiliari».
La possibilità di avere uno sconto immediato in fattura, in alternativa alla cessione del credito alle banche, è di gran lunga l’elemento che attira di più l’attenzione: per la prima volta una detrazione fiscale arriva a coprire interamente il costo dei lavori. La detrazione si recupera in 5 anni e si applica alle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 dicembre 2021. Per le spese effettuate nel 2022 la detrazione deve essere ripartita in 4 rate di pari ammontare.

Signor Cussino, chi ha diritto al Superbonus 110%, e come lo si può ottenere, nelle due versioni ecobonus e sismabonus?
«Sono agevolati, nell’ecobonus 110% gli interventi indicati dalla normativa come lavori trainanti ossia interventi di isolamento termico (che coinvolgano almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio); sostituzione dell’impianto termico con un im­pianto ad alta efficienza (la nor­ma permette di scegliere tra diverse tecnologie come caldaie a condensazione, pom­pe di calore, micro-cogenerazione e sistemi ibridi e così via… Occorre ribadire ancora, che i massimali di spesa cambiano a seconda del tipo di intervento e di edificio. Inoltre, quando si esegue almeno uno di questi lavori denominati “trainanti”, si può avere la detrazione del 110% anche per le opere agevolate con l’ecobonus ordinario: ad esempio, la sostituzione degli infissi o l’installazione di schermature solari. Inoltre, il decreto Rilancio ecobonus sismabonus permette di abbinare ai lavori “trainanti”, sempre al 110%, anche l’installazione di impianti fotovoltaici, eventualmente con sistemi di accumulo e colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Il superbonus sui lavori “trainati” si recupera in 5 anni e le spese per i lavori devono essere sostenute tra la data di inizio e di fine».

Sono richiesti particolari re­quisiti per l’ecobonus al 110%?
«Principalmente bisogna mi­gliorare di due classi energetiche l’efficienza dell’intero edificio (ad esempio, una casa monofamiliare o un condominio) o della singola unità immobiliare su cui si interviene, se si tratta di una unità che sia funzionalmente indipendente e abbia un accesso autonomo dall’esterno (ad esempio, una villetta a schiera). Inoltre, le persone fisiche che eseguono gli interventi di ecobonus 110% trainanti e trainati possono applicarli al massimo su due unità immobiliari. Con l’avvertenza che i lavori eseguiti a livello condominiale non contano, quindi non “consumano” il limite di due unità; inoltre, per il sismabonus 110% non c’è nessun limite quantitativo».

Tema di grande interesse è la cessione del credito alle banche e sconto immediato…
«Il decreto Rilancio consente di cedere il credito d’imposta del 110% a fornitori, banche, intermediari finanziari e altri soggetti. Noi di Idrocentro lasciamo il cliente libero di scegliere la formula a lui più adatta. Tra le opzione proponiamo anche il nostro servizio che privilegia un’interessante collaborazione instaurata con Bcc Che­rasco, conosciuto grazie ad un professionale staff tecnico e finanziario. Attraverso questa opportunità, in virtù di un contesto normativo abbastanza complesso, la Bcc Cherasco si è impegnata a migliorare l’accessibilità della clientela agli iter burocratici, assicurando un servizio personalizzato, fondamentale per questo territorio e le sue aziende. Per questo la nostra sinergia e collaborazione accentua il bisogno di agevolare attenzione ai temi energetici a vantaggio di una “nuova” e necessaria cultura green che genererà benessere per l’economia dell’intera no­stra provincia».

Valorizzazione e vantaggi im­mediati sono solo una parte dei risvolti offerti da questa op­portunità…
«Esatto. Oggi il settore edile necessita dell’adozione di soluzioni progettuali definite circolari, ovvero che utilizzano moduli e soluzioni altamente adattabili. Questo processo in parte accelerato dalla crisi pandemica ha comportato una crescente richiesta di ripensare alle aree e gli spazi pubblici, in modo da garantirne un’alta fruibilità. C’è poi un forte bisogno di ammodernare l’attuale patrimonio edilizio, per renderlo più efficiente dal punto di vista energetico, contribuendo a ri­durre le emissioni di gas serra.
Il momento è propizio per dare avvio ad un radicale cambiamento e i vantaggi offerti sono una chance da cogliere affidandosi a specialisti di comprovata esperienza».

BaNNER
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial