Playoff A2/M: Cuneo butta via la semifinale. Una eroica Reggio Emilia manda la serie a Gara-3

La squadra di Serniotti spreca 6 match ball di fila (otto in totale) nel 4° set e cade al tie-break: domenica si torna al PalaUbiBanca

0
212
Bam Acqua S.Bernardo Cuneo
Foto Ufficio Stampa Conad Reggio Emilia

Incredibile, assolutamente incredibile. Una eroica Conad Reggio Emilia batte nella maniera più imprevedibile la BAM Acqua S.Bernardo Cuneo ed allunga a Gara-3 la serie dei Quarti di Finale Playoff: i biancoblu sprecano un’occasione enorme, spegnendosi sul più bello, cancellando la buona prova di squadra fino a quel momento espressa, sprecando 8 match ball (di cui 6 fila dal 18-24) nel 4° set e vedendo sfumare una semifinale che sembrava ormai già cosa pressoché fatta.

Il tie-break ha premiato il coraggio e l’entusiasmo dei biancorossi di Mastrangelo che, con il morale a mille, trascinati da Bellei e Maiocchi, hanno conquistato una vittoria che resterà impressa nella memoria di questa stagione che, quindi, non è ancora finita. Anzi.

Domenica 18 aprile, perciò, ci si gioca davvero tutto al PalaUbiBanca, con un pronostico che, alla luce di quanto si è visto nel pazzesco finale di oggi, è incerto a dir poco: Cuneo dovrà, per forza, resettare quanto accaduto per centrare il passaggio del turno e continuare il proprio cammino playoff.

SESTETTO REGGIO EMILIA

Pinelli in regia, opposto Bellei; in mezzo Scopelliti e Mattei, schiacciatori Maiocchi e Ippolito, libero Morgese.

SESTETTO CUNEO

Pistolesi al palleggio, opposto Wagner; centrali Sighinolfi e Bonola, in banda Preti e Tiozzo, libero Catania.

PRIMO SET

Apre la gara del Pala Bigi il primo tempo di Sighinolfi, 0-1. Il primo tentativo di allungo è ospite: muro di Bonola su Maiocchi, 2-4. Reggio ricuce subito: l’errore di Wagner certifica il 6-6. Preti già in partita e il più efficace in attacco in questo avvio, nonostante alcuni errori al servizio: 10-10. Il primo tempo di Sighinolfi risponde al bel muro di Scopelliti, è sempre parità (12-12). Centrali molto coinvolti in questo primo set, da entrambe le parti, mentre l’equilibrio continua: 16-16. Cuneo trova il break di 3-0 al momento giusto: 17-20. Bellei prima manda in rete, poi si riscatta con il punto del 19-21. Tiozzo e Sighinolfi mandano gli orange di Serniotti sul +4 (19-23), Mastrangelo chiama time out. Sono quattro i set point: il primo viene annullato da un fallo di formazione, il secondo lo sfrutta Wagner, è 21-25.

SECONDO SET

Diversi errori in avvio, Cuneo è avanti 2-4. Pistolesi mura, Mastrangelo ferma subito il gioco (2-5). Reggio esce bene dalla panchina e prova a riavvicinarsi: pipe vincenti di Maiocchi e Preti, 4-6. Aggancio che arriva a quota 6, grazie all’ace di Mattei. Maiocchi in diagonale da posto-4 firma il +2 per i padroni di casa che provano a prendere quota (11-9). Sul 13-10 è Serniotti a chiamare time out. Bellei continua a spingere, Cuneo costretta ad inseguire: 16-12. Break importantissimo per i piemontesi che tornano a contatto ed impattano: due volte fondamentale il muro a due Sighinolfi-Wagner, 16-16. Dopo il sorpasso cuneese, la panchina di Reggio chiama time out (16-17). Grande reazione biancorossa: controbreak (6-2), il primo tempo di Matteo vale il 22-19 con time out avversario. Cuneo prova a riavvicinarsi ma i padroni di casa si costruiscono due set point (24-22). Wagner annulla il primo, in campo Galaverna per il servizio: Ippoluto attacca out, si va ai vantaggi (24-24). BAM che si salva ancora e che conquista una palla set grazie al mani out di Preti (26-27). Bellei salva gli emiliani, si continua a giocare (27-27). La maratona si chiude a favore di Cuneo: decide il primo tempo di Bonola (29-31 e 0-2).

TERZO SET

Bella partenza emiliana: il muro ferma Wagner, 4-1. Controbreak firmato dallo stesso opposto brasiliano e da Preti, 4-4. Reggio che spinge e prova il tutto per tutto per rimanere aggrappata a partita e serie: 9-7. Cuneo, però, non si scompone e riporta il set in equilibrio: Wagner colpisce per il 10 pari. L’opposto firma il sorpasso con l’ace aiutato dal nastro, 11-12. Conad che continua a premere, Cuneo regge: si continua a viaggiare punto a punto, Wagner firma il 15-14. Scopelliti vince il duello fra centrali con Sighinolfi e porta Reggio Emilia su un prezioso +3 (19-16 e time out Serniotti). Ospiti che provano a rimettersi in carreggiata, ma Mattei dice “no” a Wagner e tiene i padroni di casa sul +3 (22-19). Quattro set point per Reggio (24-20): Tiozzo manda fuori, 25-20 e 2-1.

QUARTO SET

Equilibrio in apertura (3-3). Cuneo riesce a scattare, Mastrangelo ferma le ostilità sul 6-9. Ospiti che alzano il muro e volano sull’8-12. Ace di Pistolesi, è 11-14. Reggio ci prova ma Cuneo resta avanti e vede il traguardo, sfruttando anche qualche errore di troppo dei locali: 16-21 e time out. Ace mortifero di Preti, 16-22. Sono 6 i match point per la BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Bellei annulla il primo (19-24), il muro di Scopelliti il secondo (20-24). Ace di Pinelli, Serniotti non può fare altro che fermare il gioco (21-24). Altro ace di Pinelli, è 22-24. Wagner murato e che poi attacca out da posto-4: incredibile, si va ai vantaggi. Tiozzo ferma l’emorragia: 24-25. Gran punto di Bellei che annulla il settimo match point (25-25). Maiocchi manda avanti Reggio: 27-26. Preti spara fuori, si va al tie-break dopo un finale totalmente folle (28-26).

QUINTO SET

Cuneo prova a scuotersi dopo l’incredibile black-out: il muro di Preti apre il tie-break. Set ovviamente tiratissimo: gli errori dello stesso Preti e di Bellei valgono il 4-4. Conad Reggio Emila che, però, gioca sulle ali dell’entusiasmo: 7-5 e time out ospite. Al cambio di campo è 8-6 dopo il bel primo tempo di Scopelliti. Reggio che difende ad alta intensità, Maiocchi chiude uno scambio duro con il mani out del 10-8. Bellei risolve un altro scambio spettacolare, sventando l’eventuale 11-11 e firmando il 12-10. Bonola manda in rete un servizio delicatissimo, Reggio va sul 13-11 e Serniotti stoppa il gioco. Ippolito regala tre, clamorosi, match point agli emiliani: Sighinolfi annulla il primo (14-12). Pistolesi serve fuori, finisce 15-12 e 3-2. Sarà Gara-3.