Sommariva Perno: dal Leo Club Alba-Langhe, un defibrillatore per il Centro Vaccinale e per le future necessità

0
420

Un gesto che denota sensibilità concreta, generosità e partecipazione attiva: soprattutto in un periodo delicatissimo per l’Italia e anche per un Roero pronto ad entrare nel vivo dell’esperienza dei Centri Vaccinali per la Popolazione avallati dai Comuni e dall’Asl Cn2.

A portare la firma dell’operazione, consistente nella donazione di un defibrillatore, ci sono i giovani del Leo Club Alba Langhe, attualmente guidati dal presidente dott. Gianluca Gatto: i quali, nella giornata di mercoledì 8 aprile, hanno consegnato tale dispositivo alla Protezione civile del Comune di Sommariva Perno. Forte, da parte del coordinatore Gaspare Rosso, la manifestazione di gratitudine di tutto il corpo volontari.

Il leader lionistico ha commentato: «La donazione è stata il frutto delle attività di un anno di raccolta fondi a favore del progetto TON (Ossia: “Tema Operativo Nazionale”) svolta dal Leo Club Alba Langhe con differenti iniziative sul nostro territorio. Si tratta di un progetto di interesse nazionale che coinvolge numerosi giovani, facenti parte dell’associazione di volontariato Leo Club Italia, attivi nel servizio alle proprie comunità».

All’atto della consegna è stato presente anche il vicesindaco sommarivese Stefano Rosso: il quale, a nome di tutti i compaesani, a sua volta ha esternato la piena riconoscenza verso tale iniziativa grazie alla quale l’hub vaccinale appena allestito negli spazi del Mondo Giovani del Comune di Sommariva Perno potrà ora contare su questo nuovo dispositivo salva vite. Hub che, per inciso, dovrebbe entrare nel pieno delle proprie funzioni nei prossimi giorni: l’annuncio della data esatta è atteso a brevissimo termine. «Dalla prossima settimana -ha commentato Rosso- il defibrillatore sarà a disposizione del personale sanitario e della protezione civile in caso di pronto intervento, ovviamente ci auguriamo che non debba mai essercene davvero bisogno».

E’ da registrare anche l’autorevole commento della prof. Giovanna Bergui, “madrina” e Advisor dei ragazzi per conto del Lions Club Alba Langhe, che anni fa volle la nascita di un corrispettivo Club giovanile sul proprio territorio: «In ottemperanza alle normative vigenti, non si è purtroppo potuta svolgere una effettiva cerimonia di consegna, ma non si è voluta rimandare, in quanto era volontà dei nostri giovani soci Leo che il defibrillatore venisse il prima possibile messo a disposizione della Comunità».

E si guarda già al futuro: per prospettive e realtà che torneranno a riprendere forma e vigore dopo l’attesa fine dell’emergenza sanitaria, potendo ancora contare sulle risorse (strumentali e umane) di oggi: «Quando sarà superata l’emergenza Covid, il defibrillatore verrà custodito presso l’Acli Valle Rossi, così che tutti gli sportivi che fruiscono dei campi e dei locali, possano sentirsi più sicuri». Parola di Mattia Dallorto, presidente del Circolo valligiano.

Paolo Destefanis