Domenica Asti-Corneliano Roero, Corradino: “Gara dura contro una squadra pronta atleticamente”

0
221

Sarà subito tempo di big-match per il Corneliano Roero, che, nella prima giornata del girone B di Eccellenza, se la vedrà con l’Asti, una delle compagini maggiormente accreditate per la vittoria finale del “nuovo” campionato nato poche settimane fa.

Martedì sera, il portierone rossoblu Paolo Corradino è stato ospite di “Terzo tempo”, il format di approfondimento sportivo di Ideawebtv.it, presentando così la sfida che attende il suo club: “Sarà una gara dura, perché l’Asti, così come il solo Canelli, non ha di fatto mai smesso di allenarsi, con i giocatori che hanno continuato la preparazione individuale in questi quattro mesi. Detto questo, a calcio non si vince solo con la corsa, quindi mi aspetto una grande partita da parte nostra. Penso che avremo almeno i 70 minuti nelle gambe e puntiamo a dare tutto”.

Il numero 1 ha poi ragionato sulla ripresa delle ostilità dopo la lunga pausa: “Non era facile decidere di ripartire, ma il Corneliano Roero ha dimostrato di essere una società seria, confermando la propria presenza. Non ho paura di affermare che in questi mesi la federazione si è completamente dimenticata di noi: l’Eccellenza è il campionato che fa da apripista alle categorie nazionali, eppure i giocatori che vi partecipano non sono assolutamente tutelati”.

In ultimo, alcune considerazioni sul campionato: “Credo che chi ha sempre continuato ad allenarsi avrà i favori del pronostico dalla sua. A questi club, aggiungo poi Pro Dronero e Acqui, che erano già forti in autunno. I casi Covid potranno influire? Presumo di no, perché quando i casi saranno tanti le partite verranno rinviate. Diverso il discorso per l’assenza di retrocessioni: mi auguro che chi sarà tagliato fuori dalla corsa alla Serie D, giocherà comunque al massimo anche le ultime partite”.