SPECIALE IDEA AWARDS 2000-2020 – LE NOMINATION: Marco Gorzegno, il giramondo con Cuneo nel cuore!

0
1472

Prosegue il nostro viaggio tra i papabili vincitori del premio come Miglior Atleta del ventennio 2000-2020, per l’edizione speciale degli Idea Awards.

Un altro candidato è Marco Gorzegno, cuneese doc, un difensore che vanta 349 presenze nei professionisti, di cui ben 232 in serie B.

Classe 1981 già nelle giovanili Gorzegno viene notato dalla Juventus, che lo cede in prestito al Cuneo in Serie D dove si rende protagonista di un’ottima annata. In questo periodo ottiene anche la convocazione nella Nazionale Under 20 guidata da Francesco Rocca, nella quale si allena e gioca con i migliori prospetti del calcio azzurro dell’epoca.

Dopo un anno al in prestito Torres in Serie C1, si trasferisce del Prato. La sua bravura e la sua duttilità in campo vengono subito notate dall’Albinoleffe dove si trasferisce nel 2003. Con i lombardi disputa due stagioni e mezza in serie B e a gennaio 2006 si sposta allo Spezia in C1, dove riporta la squadra in serie cadetta.

In Liguria è titolare inamovibile per due anni, tanto da collezionare 83 presenze condite da 8 reti e nel 2006/07 si trova anche ad affrontare la Juventus con in squadra i Campioni del Mondo Del Piero, Buffon e Camoranesi.

Di seguito un gol all’Avellino con uno splendido pallonetto proprio nella stagione 2006/07:

Le sue prestazioni attirano anche l’attenzione del Brescia che lo vuole in squadra. Torna quindi in Lombardia e con le rondinelle guadagna il 4° posto, ma il sogno serie A svanisce ai playoff contro il Livorno.

Il 7 agosto 2009 firma con il Sassuolo allenato da mister Pioli e con i neroverdi è nuovamente 4° posto in classifica. Al termine della stagione regolamentare l’approdo nella massima serie sfuma ancora volta ai playoff, questa volta contro il Torino.

La stagione successiva si accasa all’Empoli e con gli azzurri trascorre due anni sempre in serie cadetta. Qui un gol in Empoli-Ascoli 3-2, propiziato da Francesco Ciccio Tavano:

Dopo una stagione alla Juve Stabia e due alla Carrarese nell’estate 2015 torna nella sua Cuneo, con la fascia da capitano al braccio per guidare la squadra biancorossa in Lega Pro. Con i cuneesi non riesce però ad evitare la retrocessione e nell’autunno 2016 si trasferisce a Fossano in Eccellenza.

La stagione successiva approda alla Cavese, dove con i metelliani ottiene un ottimo secondo posto in serie D e nella stagione 2018/19 invece veste la maglia del Tuttocuoio.

Certi amori però non finiscono mai e nella stagione 2019/20 viene tesserato dal neonato Cuneo Football Club di Mario Castellino in Terza Categoria, nuovamente da capitano, dove tutt’ora milita per riportare i biancorossi dove meritano.

Ecco un gol nella scorsa stagione nella gara contro la Giovanile Genola: