Alto contrasto | Aumenta dimensione carattere | Leggi il testo dell'articolo
Home Articoli Rivista Idea Una predilezione per i cantautori di una volta

Una predilezione per i cantautori di una volta

«Ascolto qualsiasi genere, perché tutti contribuiscono a influenzare positivamente il mio modo di scrivere testi e melodie, accompagnandomi con la chitarra

0
76

«State attenti! Se per le strade o nei locali delle vostre città sentirete una chitarra strimpellare, giratevi: io sarò lì!». Con queste parole si presenta la diciassettenne Benedetta Curti, saviglianese con la passione per la musica. Benedetta è un’amante dei musicisti-poeti, cosa non tanto consueta tra i giovani di oggi, anche se dichiara di volersi approcciare a ogni genere musicale. «Ascolto tanti generi diversi e sono convinta che in qualche modo essi influenzino ciò che scrivo», confessa la ragazza. Ten­denzialmente ascolto i vecchi cantautori, che non è banale ai tempi odierni. Penso che comunque i “grandi” debbano essere ascoltati, è da loro che discende buona parte della musica di oggi. D’altra parte sento pure i cantanti di adesso, sia quelli famosi che quelli emergenti! Benedetta si definisce una cantautrice: «Scrivo e invento melodie con la mia amata chitarra», chiosa la saviglianese, «anche se mi fa strano definirmi in modo così serio; in futuro spero di poterlo dire con più consapevolezza».

BaNNER
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial